Blitz dei Finanzieri in un autoparco della periferia: sequestrati oltre mille chili di botti pericolosi

Dopo alcuni controlli svolti nei confronti di alcuni gestori di bancarelle abusive, i militari sono risaliti a un box dove gli stessi si approvvigionavano. Ben 28mila fuochi pirotecnici erano detenuti rispetto delle normative sulla sicurezza ed in assenza della prescritta autorizzazione di P.S.

I Finanzieri del Comando Provinciale di Foggia, nell’ambito di un’attività di controllo economico del territorio, finalizzata al contrasto del commercio abusivo di fuochi pirotecnici, hanno sottoposto a sequestro circa 40mila artifici pirici, per un peso complessivo di circa 1.200 kg.

In particolare, i Finanzieri della Compagnia di San Severo, all’esito di controlli svolti nei confronti di alcuni gestori di bancarelle dedite alla vendita abusiva di fuochi d’artificio, sono riusciti a risalire ad un box, ubicato in un autoparco posto alla periferia della città, ove gli stessi si approvvigionavano.

L’immediata perquisizione del locale permetteva di rinvenire e sottoporre a sequestro numerosi cartoni contenenti circa 28.000 fuochi pirotecnici detenuti senza il minimo rispetto delle normative sulla sicurezza ed in assenza della prescritta autorizzazione di P.S..

Gli stessi militari, all’esito di un’ulteriore attività di servizio, hanno individuato un esercizio commerciale nella cittadina di San Severo che deteneva illegalmente circa 11.000 artifizi pirici di cui 1.600 appartenenti alla categoria F4 ovvero che presentano un rischio potenziale elevato e, pertanto, destinati ad essere usati esclusivamente da persone con conoscenze specialistiche.

Gli approfondimenti di natura tecnica svolti hanno fatto emergere che i “botti” sequestrati contenevano oltre 220 Kg. di polvere pirica confermando l’estrema pericolosità, per la pubblica incolumità, del deposito e dell’esercizio commerciale in argomento adiacenti ad altri locali contenenti articoli facilmente infiammabili.

Due responsabili sono stati deferiti all'Autorità Giudiziaria per il reato di commercio abusivo di materiale esplodente. L’attività di servizio si inquadra nel più generale dispositivo di salvaguardia dell’incolumità pubblica e di tutela del commercio legale incentrato, in questo periodo dell’anno, alla repressione della vendita illegale dei fuochi d’artificio potenzialmente pericolosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta il suicidio, sospeso nel vuoto tra il balcone e l'asfalto perde i sensi: figlio, vicino, carabinieri e 115 gli salvano la vita

  • Attimi di tensione al Grandapulia, migranti minacciano di "bloccare il Natale": cariche della polizia e lanci di pietre

  • Inseguimento da film nel Foggiano: fuga a folle velocità tra la nebbia per 40 km, volanti speronate e sul finale lo schianto

  • Presa la banda foggiana che assaltava i bancomat: tre colpi in 20 giorni, quattro arresti

  • Assalto armato a un portavalori: paura e fuga, ritrovata la Jeep dei banditi e una targa clonata intestata a un'auto del Foggiano

  • Incidente stradale sulla Statale 89: auto perde il controllo e finisce contro un muro, a bordo tre persone

Torna su
FoggiaToday è in caricamento