Scoppia un violento litigio, 31enne accoltella 'nemico': gravi ferite alla testa e a un polmone

I carabinieri di San Severo hanno arrestato per tentato omicidio Pascu Dumitru Teodor, cittadino rumeno di 31 anni con qualche piccolo precedente alle spalle

Immagine di repertorio

Un banale litigio che poteva trasformarsi in tragedia. E' quello scoppiato lo scorso venerdì sera, a San Severo, dove un giovane di 26 anni è stato accoltellato al termine di un litigio per futili motivi. Per il fatto, i carabinieri di San Severo hanno arrestato, con l'accusa di tentato omicidio, il 31enne Dumitru Teodor Pascu, cittadino rumeno con qualche piccolo precedente alle spalle.

Le indagini del tentato omicidio

Il fatto è avvenuto lo scorso venerdì, quando al pronto soccorso dell'ospedale di San Severo si è presentato un cittadino romeno di 26 anni, con diverse ferite da taglio al torace e al capo. I sanitari, come da protocollo, hanno immediatamente allertato i militari che, giunti sul posto, hanno ascoltato le prime dichiarazioni della vittima, che ai militari ha riferito di essere inciampato per strada nei pressi della propria abitazione e di essersi così procurato così le ferite.

Quanto descritto non ha però convinto gli uomini in divisa, che quando si sono recati nella masseria dove viveva la vittima, hanno trovato un uomo, poi identificato in Pascu, in evidente stato di ubriachezza. Lo stesso è stato perquisito e trovato in possesso di un coltello a serramanico. Nella stessa circostanza i militari hanno anche proceduto a sentire altri cittadini romeni che si trovavano sul posto. Attraverso le testimonianze raccolte i militari sono così riusciti a ricostruire la reale dinamica dei fatti, accertando che poco prima vi era stato un violento litigio tra il giovane ferito ed il Pascu.

Nel corso della colluttazione quest’ultimo aveva estratto il coltello colpendo ripetutamente la vittima al torace, lesionandole un polmone, e al capo. Le coltellate, così come stabilito dai sanitari, sarebbero state sicuramente mortali se il giovane non fosse stato immediatamente sottoposto alle cure mediche. In ragione di tutti gli elementi raccolti, i carabinieri hanno quindi proceduto all’arresto del trentunenne per tentato omicidio. L’uomo è stato tradotto presso il carcere di Foggia, dove si trova tuttora ristretto a seguito del giudizio di convalida.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

  • Ingerisce droga, neonata in coma a Foggia: "Monitoriamo parametri vitali, situazione stazionaria"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento