Sbarrano l'accesso ai poliziotti con una lavatrice e poi li prendono a calci: arrestati dopo una violenta colluttazione

E' successo nel quartiere San Berardino di San Severo: arrestati Leonardo Marinelli e Felice Massimiliano Tota. In casa avevano allestito un market della droga

Il materiale sequestrato

All’indomani dell’inaugurazione del nuovo Reparto Prevenzione Crimine, Puglia Settentrionale, gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine e del commissariato cittadino hannoproceduto all’arresto di due pregiudicati, in un contesto di grande difficoltà operativa. Si tratta di Leonardo Marinelli, classe 1955 (già agli arresti domiciliari) e Felice Massimiliano Tota, classe 1971, pregiudicato, entrambi di San Severo.

Gli operatori, durante un servizio di controllo del territorio finalizzato a perseguire le attività di spaccio di sostanze stupefacenti, si sono recati nel quartiere San Bernardino, zona popolare nota per le attività di spaccio. Qui hanno notato la presenza di un soggetto che usciva dal portone di un’abitazione. Lo stesso, non appena controllato ed  identificato, ha consegnato spontaneamente una dose di cocaina. Immediatamente, gli agenti si sono diretti a casa di Marinelli, arrestato domiciliare, noto alle forze dell’ordine per precedenti in materia di sostanze stupefacenti.

Qui hanno notato due persone palesemente tossicodipendenti, che uscivano dall’appartamento di Marinelli e nel contempo una terza persona, successivamente identificata in Tota, che cercava di ostacolare l’ingresso nell’appartamento sbarrando la porta con una grossa lavatrice. Ne è nata quindi una violenta colluttazione tra gli agenti, Tota, Marinelli ed un terzo soggetto non identificato poiché riuscito a fuggire. Entrambi gli arrestati, con inaspettata ed inaudita forza, hanno iniziato a sferrare calci all’indirizzo dei poliziotti, con l’intenzione di infliggere una violenza fisica tale da indurli ad abbandonare la contesa ed ostacolarne l’operato.

Finalmente, dopo diversi ed interminabili minuti, gli agenti sono riusciti ad avere il sopravvento, con l’ausilio di ulteriore personale nel frattempo giunto sul posto. Una volta dentro l'appartamento, gli operatori hanno scoperto come in cucina era organizzato un “market della droga": sequestrati 6 grammi di eroina, 4 grammi di cocaina, bilancini elettronici, taglierini, sostanza da taglio e tutto il materiale occorrente per preparare le dosi. Sequestrata anche la somma di 650 euro, verosimile provento dell’attività di spaccio. 

La perquisizione personale a carico del Tota, poi, ha permesso di rinvenire dei documenti d’identità, che risultavano essere compendio di furto. Alla fine delle formalità di rito Marinelli e Tota sono stati accompagnati presso la Casa Circondariale di Foggia, a disposizione della locale Procura della Repubblica.

droga marinelli san severo-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente ad Apricena: impatto violento tra due auto, due feriti gravi e occupanti in fuga

  • Tragedia in strada: mezzo compattatore in retromarcia investe e uccide un passante

  • Figlio va a trovare il padre (boss di Foggia), introduce droga e micro-cellulari nel carcere di massima sicurezza: arrestato

  • Incidente stradale a Foggia: violento scontro tra auto e trattore nei pressi della Statale 16

  • Preso il 36enne che ha distrutto il 'Viaggiatore': ha spezzato in due la statua con un calcio

  • Un tumore porta via Vito, lo struggente addio della moglie Livia: "Buon viaggio, è solo un arrivederci"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento