Botticelli: “Miggiano non ha mai fatto parte della Juventus San Michele”

Salvatore Miggiano, l'allenatore accusato di violenza sessuale su minori, avrebbe svolto semplicemente un periodo di prova

Juventus San Michele

Mentre Salvatore Miggiano - l’allenatore di calcio foggiano arrestato con l’accusa di produzione e detenzione di materiale pedopornografico, violenza sessuale e corruzione ai danni di minori di 14 anni - non avrebbe risposto alle domande degli inquirenti durante l’interrogatorio in carcere, Antonio Botticelli, presidente della ASD Juventus San Michele, precisa che il 28enne non ha mai fatto parte della sua società.

Secondo il presidente della società calcistica dell’Opera San Michele, nell’ottobre 2012 Miggiano avrebbe fatto richiesta di poter collaborare con la Juventus San Michele, presentando buone referenze: “Come nostra consuetudine lo abbiamo accettato in prova per verificare le sue doti sportive, umane e religiose” sottolinea.

Per circa tre settimane ha affiancato i mister come collaboratore volontario senza mai sostituirsi a loro e non manifestando in campo nessun comportamento scorretto. “Avendo però questa presidenza avuto modo di raccogliere voci che lo dicevano con problemi verso la giustizia, pur non ergendosi a giudici, il mese successivo abbiamo interrotto subito la collaborazione col lui”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel Foggiano: ucciso 'Fic secc', noto esponente della criminalità garganica

  • Spaventoso schianto sulla A16, perde il controllo dell'auto e si ribalta: l'uomo alla guida è di Foggia

  • Madre urla disperata, bimbo rischia di soffocare con un pezzo di wurstel: autista soccorritore del 118 gli salva la vita

  • Terribile incidente stradale, auto a forte velocità investe ragazzo: "È molto grave, preghiamo per lui"

  • Incidente stradale nel Foggiano: si ribalta mezzo, grave il conducente rimasto incastrato e liberato dai vigili del fuoco

  • Bomba in vicolo Ciancarella, a Foggia: colpita la friggitoria 'Poseidon', malore per un residente

Torna su
FoggiaToday è in caricamento