Ragazzi si tuffano in acqua, ma vengono sospinti dalla fortissima corrente marina: tratti in salvo da Maia e Alex

Salvataggio in mare a Vieste. Ancora una volta le Unità Cinofile della SCISAR, grazie al loro addestramento sono riuscite ad evitare conseguenze più drammatiche. 

Le Unità Cinofile della SCISAR

Nel corso di un pattugliamento del tutto straordinario di questo pomeriggio sulla spiaggia di San Lorenzo a Vieste, resosi necessario per salvaguardare i bagnanti a causa delle sfavorevoli condizioni meteo-marine, intorno alle 16 circa, le unità cinofile della Scisar, all'altezza del Lido Cristalda, hanno avvistato due ragazzi allontanarsi, nonostante i segnali ripetuti del bagnino di avvicinarsi alla riva. 

I due bagnanti venivano sospinti dalla corrente marina molto forte verso il braccio del porto. Avvisata la Guardia costiera di Vieste e autorizzati a procedere per il primo intervento, le due unità cinofile, Leonardo Pagano-Maia e Stefano Calderisi-Axel sono intervenute per evitare conseguenze più drammatiche e far rientrare i due ragazzi, che una volta raggiunti sono stati accompagnati a riva e reguarditi per il comportamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ancora una volta le Unità Cinofile della SCISAR, grazie al loro addestramento sono riuscite ad evitare conseguenze più drammatiche. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Statale 16: tir si ribalta a pochi chilometri da Foggia, un morto e un ferito

  • Tragedia a Manfredonia: auto in mare, morta donna

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Covid: nove dei 10 contagi sono del focolaio di Torremaggiore. Tre ricoverati e 83 persone in quarantena

  • Si torna a ballare in Puglia: verso la riapertura di club e discoteche all'aperto

  • Coronavirus: zero contagi e zero morti in provincia di Foggia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento