Paura in via Guglielmi, uomo colto da malore: arrivano i carabinieri e gli salvano la vita

Il fatto è successo la scorsa domenica pomeriggio, in via Guglielmi. Scongiurato il peggio, l'uomo - 42enne, sposato e con figli, è stato affidato alle cure del 118 e successivamente ricoverato in ospedale per le cure del caso

Immagine di repertorio

Un intervento provvidenziale. Quello della pattuglia dei carabinieri che la scorsa domenica pomeriggio ha tratto in salvo un uomo di 42 anni, sposato e con figli, colto da un grave malore mentre percorreva via Guglielmi, a Foggia. Il fatto è avvenuto nei pressi della chiesa della Madonna del Rosario: l'uomo si era appena accasciato al suolo, forse a causa di un infarto, e all'arrivo dei militari non respirava più. Immediatamente, i carabinieri lo hanno messo in posizione di sicurezza e gli hanno estratto la lingua, che impediva allo stesso di respirare correttamaente. Scongiurato il peggio,  l'uomo è stato affidato alle cure del 118 e trasportato in ospedale dove è stato successivamente ricoverato per il sospetto infarto. 

Potrebbe interessarti

  • Il fascino di Càlena, l'abbazia sul Gargano dove si narra vi sia custodito il tesoro di Barbarossa

  • La grotta di San Michele che si specchia sul lago di Varano, un luogo suggestivo che trasmette una sensazione di pace

  • Colon irritabile: cos'è, sintomi e possibili cause

  • Arredare casa: le 5 piante da interno che non hanno bisogno di luce

I più letti della settimana

  • Francesco Ginese non ce l'ha fatta: è morto a Roma

  • Tragedia nelle acque del Gargano: bagnante muore annegato

  • Tragedia alle porte di Foggia, violento impatto tra un furgone e una moto: c'è una vittima

  • Tutta Foggia è con Francesco, che lotta tra la vita e la morte: si è reciso l'arteria femorale mentre scavalcava un cancello

  • Foggia in lacrime per la tragica morte di Francesco: "Addio amico mio, non doveva finire così!"

  • Terribile incidente in moto, muore 38enne foggiano. "Ciao bomber, ora fai gol anche in Paradiso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento