S. Marco in Lamis: Vigili del Fuoco salvano cane scivolato in un solaio

E' accaduto in località "Quattro Pozzi" nel bosco "La Difesa". Sul posto anche il presidente dell'associazione protezione animali "Arca di Noè", Antonietta Torelli. Senza cibo e acqua per due giorni

Nella foto il cane tratto in salvo

E’ terminata nel migliore dei modi la disavventura di Alive, il cane tratto in salvo dai Vigili del Fuoco di San Severo in località “Quattro Pozzi” nel bosco “La Difesa” di San Marco in Lamis.

Non è stato semplice riportare in superficie l’animale a quattro zampe scivolato (probabilmente da una valvola troppopieno) in un solaio profondo e fangoso. Non è stato facile per “Alive” – nome con il quale è stato ribattezzato dal presidente dell’associazione protezione animali “Arca di Noè” -  sopravvivere per un paio di giorni senza cibo né acqua.

Contro ogni pronostico l’operazione di salvataggio si è rivelata alquanto complicata per la pioggia abbattutasi in quei minuti e per il terreno fangoso alto circa 2 metri che ricopre la pavimentazione in cemento del solaio. Infatti, era alto il rischio che l’operatore del 115, calatosi giù con una scala, potesse sprofondarvi nonostante l’imbragatura e tutte le accortezze del caso.

Dopo un’ora e mezza i Vigili del Fuoco sono riusciti a trarre in salvo l’animale. Impaurito e spaventato, Alive è stato prontamente soccorso da Antonietta Torelli, presidente dell’Arca di Noè.


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Ha una crisi e distrugge casa, sedato e portato in ospedale muore poco dopo: è giallo sulle cause del decesso

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

Torna su
FoggiaToday è in caricamento