In 20mila a sostegno di Roseto: “Salviamo questo gioiello dall’abbandono e dal dissesto idrogeologico”

Circa 20mila persone hanno sottoscritto la petizione on line. Il primo febbraio Consiglio comunale all’altezza del quarto chilometro della strada provinciale 130 direzione Benevento

La Sp 130

Mancano poco meno di 48 ore al Consiglio comunale convocato in sessione straordinaria a Roseto Valfortore durante il quale, all’altezza del km 4 della strada provinciale 130 direzione Benevento, verrà affrontato il tema delle strade che conducono alla cittadina dei Monti Dauni, “da decenni in condizioni al limite della percorribilità”.

Nelle settimane scorse la vicenda era stata anche oggetto di scontro tra il sindaco e il presidente della Provincia. La provocazione di Lucilla Parisi, che aveva invitato i cittadini a disertare le urne il prossimo 4 marzo, aveva scatenato la dura reazione di Francesco Miglio: “Vergogna”.

Nel frattempo sono quasi 20mila i sottoscrittori della petizione on line su change.org lanciata da Maria Filigno in cui, alle autorità preposte, viene chiesto di intervenire subito “per salvare un gioiello del Subappennino Dauno, uno dei borghi più belli d'Italia, dall'abbandono e dal dissesto del territorio”

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Foggia usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • In fuga su una Ferrari rubata lungo la Statale 16: polizia insegue la 'rossa' da 140mila euro, ladro scende e scappa

Torna su
FoggiaToday è in caricamento