Violenta rissa in stazione: apprezzamenti pesanti sulla moglie, 38enne perde le staffe e 'pesta' corteggiatore

E' accaduto alla stazione di Pesaro, dove è scoppiata una violenta rissa tra un 38enne di Cerignola, marito della donna offesa, e un 35enne romeno. Quest'ultimo è risultato destinatario di un ordine di carcerazione, mentre il cerignolano rischia una denuncia per lesioni

Immagine di repertorio

Un apprezzamento di troppo su una donna, scoppia la rissa sui binari della Stazione di Pesaro. Protagonisti in negativo della vicenda, un 38enne di Cerignola e un 35enne romeno, quest'ultimo colpevole di aver fatto un apprezzamento 'pesante' nei confronti della moglie del cerignolano.

Tra insulti e spintoni, sono volati anche calci e pugni al punto da richiedere l'intervento della polizia, che con fatica ha riportato la calma. Ad avere la peggio è stato il romeno che ha dovuto fare ricorso ricorrere alle cure dei sanitari del vicino pronto soccorso del San Salvatore: ne avrà per 30 giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre, come riporta Il Corriere Adriatico, dalla banca dati della polizia è risultato che lo stesso era ricercato per un ordine di carcerazione con condanna definitiva per diversi reati tra cui spaccio di droga. Il 35enne è stato quindi accompagnato in carcere, mentre resta al vaglio delle forze dell’ordine la posizione del 38enne che rischia una denuncia d’ufficio per lesioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Giornata drammatica, bollettino choc per la provincia di Foggia: nove morti e 52 casi positivi

  • Coronavirus, giovane foggiano trasferito d'urgenza a Bari: in gravi condizioni si è reso necessario l'impiego di Ecmo

  • "Venite c'è un'autovettura rubata". Polizia si precipita in via Lucera: non era rubata ma dentro c'era della cocaina

  • Coronavirus: se un defunto muore in casa nessuna vestizione (indipendentemente dalla causa del decesso)

  • Taglio e piega a domicilio, nonostante il Coronavirus: sorpresa e denunciata parrucchiera abusiva

Torna su
FoggiaToday è in caricamento