Rissa al Cara di Borgo Mezzanone, accoltellato tunisino 21enne

La lite è avvenuta il giorno di Pasqua presumibilmente a causa di una donna. Il malcapitato ha un polmone perforato ma non dovrà sottoporsi ad intervento chirurgico. L'aggressore è stato denunciato

Le condizioni di salute del tunisino ricoverato in prognosi riservata agli Ospedali Riuniti sono stazionarie. Il 21enne accoltellato alla schiena il giorno di Pasqua nel corso di una mega rissa scoppiata al Centro di accoglienza richiedenti asilo di Borgo Mezzanone, presumibilmente a causa di una donna, non sarebbe in pericolo di vita, nonostante il malcapitato abbia un polmone perforato.

E’ stata esclusa pertanto l’ipotesi di un intervento chirurgico. Il tunisino non è l’unico ad aver ricorso a cure mediche. Altre persone hanno riportato ferite o lesioni guaribili in pochissimi giorni, compreso l'aggressore iracheno.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

Notizie di oggi

  • Sport

    Show di Angelo, il Foggia mette la sesta: battuto anche il Taranto

  • Politica

    Alfano sul Gargano, sul futuro dell’Area Popolare: “Noi né sotto Salvini, né sotto il Pd”

  • Economia

    La Corte dei Conti bussa alla porta del Comune di Manfredonia

  • Eventi

    #Arsenico40: a 40 anni dal disastro dell’Enichem, Manfredonia non dimentica

I più letti della settimana

  • Incidente stradale ad Alberona: si ribalta autocisterna del latte, muore autotrasportatore

  • Come in un film sulla Statale 16: banditi armati fermano automobilista e vanno via con la Jaguar

  • 18enne aggredito e rapinato in via Galliani: "Se chiami la polizia ti uccido"

  • Provocano incidente e pestano a sangue 'testimone': in carcere i due aggressori

  • Nubifragio nel Foggiano, dal Gargano ai Monti Dauni: frane e strade allagate

  • Scoperto il 'covo' dei ladri di auto: in un box di via Lucera sequestrati i 'ferri del mestiere'

Torna su
FoggiaToday è in caricamento