Rissa al Cara di Borgo Mezzanone, accoltellato tunisino 21enne

La lite è avvenuta il giorno di Pasqua presumibilmente a causa di una donna. Il malcapitato ha un polmone perforato ma non dovrà sottoporsi ad intervento chirurgico. L'aggressore è stato denunciato

Le condizioni di salute del tunisino ricoverato in prognosi riservata agli Ospedali Riuniti sono stazionarie. Il 21enne accoltellato alla schiena il giorno di Pasqua nel corso di una mega rissa scoppiata al Centro di accoglienza richiedenti asilo di Borgo Mezzanone, presumibilmente a causa di una donna, non sarebbe in pericolo di vita, nonostante il malcapitato abbia un polmone perforato.

E’ stata esclusa pertanto l’ipotesi di un intervento chirurgico. Il tunisino non è l’unico ad aver ricorso a cure mediche. Altre persone hanno riportato ferite o lesioni guaribili in pochissimi giorni, compreso l'aggressore iracheno.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

Notizie di oggi

  • Video

    VIDEO | Vigili del fuoco eroi in Abruzzo, cittadino chiama la centrale di Foggia: "Siete grandi!"

  • Cronaca

    Raid notturno in tabaccheria: ladri fanno razzia di pacchi di sigarette per 6mila euro

  • Sport

    Gol e cinismo con la Vibonese. Il Foggia riparte con una vittoria

  • Cronaca

    Pareti ammuffite per le piogge e intonaci sgretolati: le condizioni del Parcheggio Zuretti

I più letti della settimana

  • Fermati prima di assaltare un furgone portavalori: i nomi

  • Omicidio in strada a Vieste: 33enne ucciso a colpi di pistola sotto casa

  • Aggredito e derubato del trattore mentre arava la terra: arrestato il responsabile

  • Armati di pistola e machete rapinano automobilista

  • Progettano assalto a portavalori, ma la polizia arriva prima: fermate sette persone

  • Specializzati nelle rapine ai portavalori, stavano progettando un altro colpo: fermati

Torna su
FoggiaToday è in caricamento