Cerignola e Manfredonia libereranno Foggia dalla morsa dei rifiuti

Otto mezzi e 24 lavoratori non saranno ugualmente sufficienti. Dipendenti di Amica e Daunia Ambiente verso un nuovo referendum

Viale La Torre

Si spera davvero che dalle 14 di oggi i dipendenti della SIA di Cerignola e dell’ASE di Manfredonia si precipitino a Foggia per liberare le strade dalla morsa dei rifiuti. Otto mezzi e 24 operatori ecologici messi a disposizione dalle due aziende di nettezza urbana, però, non basteranno a scongiurare del tutto l’emergenza ambientale e la fotografia di una Napoli bis.

Foggia è in piena emergenza ambientale e lo sarà fino a quando non arriverà l’Amiu. Questo significa che non sarà un Natale tra i rifiuti, ma ugualmente con i rifiuti.

Gli abitanti dei quartieri, soprattutto quelli in periferia, dovranno abituarsi all’idea di dover convivere con l’immondizia, stringendo i pugni anche per periodi più o meno lunghi, che andranno da uno a tre giorni.

Nel frattempo, mentre i lavoratori “pentiti e non” di Amica e Daunia Ambiente sono impegnati in un nuovo referendum pro-Amiu che abbia però valore legale, come da foto arrivate da viale La Torre e via Lagonigro del Comparto Biccari, Foggia sprofonda nei rifiuti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Carabinieri setacciano l'area "internazionale" del Santuario di San Pio: scattano arresti e denunce

  • Sequestrati a Curci beni per 16 milioni, che il commercialista "che ha manifestato concreta pericolosità sociale" stava occultando

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

Torna su
FoggiaToday è in caricamento