Truffa per false presenze sul lavoro all'ospedale di San Severo: tornano in libertà Pennacchia, il primario Altieri & Co

A seguito degli interrogatori di garanzia, il giudice ha ritenuto attenuate le esigenze cautelari e sufficiente la misura interdittiva della sospensione dal servizio alle dipendenze dell’Asl Fg

Immagine di repertorio

Questa mattina, il gip presso il Tribunale di Foggia, Roberto Scillitani, accogliendo le richieste della difesa ha revocato gli arresti domiciliari a diversi dipendenti dell'Asl Fg accusati di truffa per false presenze sul lavoro.

San Severo, il brutto 'andazzo' in ospedale

Sono quindi ritornati in libertà, oltre alla nota esponente politica Nada Pennacchia (difesa dall’avv.Giuseppe Casale), il primario Giuseppe Altieri e i dipendenti Valerio Zifaro, Antonella Colo’, Ciro Lucio Cologno, Francesco Orlando e Donatina Romano (difesi dagli avvocati Luigi Marinelli, Ettore Censano, Gianluca Ursitti, Cesare Rizzo, Giuseppe Mastrangelo, Guido e Roberto De Rossi. Il giudice, infatti, a seguito degli interrogatori di garanzia ha ritenuto attenuate le esigenze cautelari e sufficiente la misura interdittiva della sospensione dal servizio alle dipendenze dell’Asl Fg.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale sulla Statale 16: violento impatto tra un'auto e un tir, c'è una vittima

  • Terribile incidente: morti imprenditore e il nipote 15enne, dimesso autista di Cerignola ma una ragazza è gravissima

  • Musica d'estate in Capitanata: tutti i concerti a Foggia e in provincia

  • Maxi rissa a Foggia, paura e sangue in via Bagnante: il bilancio è di sette arresti e due persone in ospedale

  • Neonato morto a Foggia, famiglia chiede 1,7 milioni ai Riuniti. Gli avvocati: "Cause non ascrivibili ai sanitari dell'ospedale"

  • Autobus si schianta contro un albero: amputata la gamba della 17enne ferita nel terribile incidente

Torna su
FoggiaToday è in caricamento