"Rara e dubbia presentazione clinica" del nascituro. La direzione del 'Riuniti' precisa: "Nessun abbaglio, adottata la corretta procedura"

Nel caso specifico, "si è reso necessario effettuare una specifica indagine genetica per l’identificazione del cariotipo, per la tutela del neonato stesso e della famiglia. Pervenuta la risposta e sono stati informati i genitori"

Immagine di repertorio

In merito alla notizia di stampa comparsa in data odierna, si segnala che i familiari erano stati informati della problematica del nascituro.

Il neonato, del peso di circa 890 grammi, al momento della nascita mostrava una rara e dubbia presentazione clinica. Pertanto si è reso necessario effettuare una specifica indagine genetica per l’identificazione del cariotipo, per la tutela del neonato stesso e della famiglia. In data 9 agosto è pervenuta la risposta e sono stati prontamente informati i genitori dei risultati.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piccola Alice non ce l'ha fatta: è morta la bimba di 6 mesi in vacanza con i genitori sul Gargano

  • Scossa di terremoto a Foggia e sul Gargano

  • Risucchiata dalle correnti bambina sprofonda giù, fratellino tenta di salvarla ma rischia di annegare. "Salvi per miracolo"

  • Incidente mortale: 20enne perde la vita in un terribile scontro frontale, nove persone ferite

  • Angelo non ce l'ha fatta: si è spento a 26 anni "un ragazzo fantastico". Due anni fa l'incontro con l'idolo Pippo Inzaghi

  • Attimi di terrore a Vieste: bimba di 6 mesi rischia di morire soffocata, sanitari le salvano la vita

Torna su
FoggiaToday è in caricamento