Asl e Provincia ci mettono la firma: ecco la "Rete contro la violenza su donne e minori"

Un fitto 'cartello' di sigle, enti e istituzioni per pianificare azioni congiunte di prevenzione, informazione, contrasto e sostegno alle vittime di abusi e maltrattamenti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

La “Rete” contro la violenza su donne e minori, a Foggia, c’è ed è una realtà. E’ stata infatti costituita formalmente ieri - in attuazione del Piano di Interventi locali per il contrasto della violenza di genere – la Rete contro la violenza alle donne ed ai minori della Provincia di Foggia, secondo le Linee Guida della Regione.

Il Piano è finalizzato a rafforzare il lavoro di rete, quale presupposto per progettare ed attuare un’azione congiunta e diffusa di prevenzione, conoscenza, informazione, formazione, contrasto e sostegno alle donne vittime di violenza, abuso e maltrattamento. Il lavoro di co-progettazione, la cui cabina di regia è stata condotta dalla Provincia di Foggia, ha visto coinvolti la Consigliera di Parità Provinciale, gli Ambiti Territoriali di Cerignola, Foggia, Lucera, Manfredonia, San Marco in Lamis, San Severo, Troia e Vico del Gargano, l’Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Foggia, le Aziende Ospedaliere “O.O. R.R.” di Foggia e “Casa Sollievo della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo, la Prefettura, l’Ufficio scolastico, l’Università di Foggia, le Forze dell’Ordine e le organizzazioni del Terzo settore, fra cui circoli culturali, movimenti, associazioni e cooperative.

Il “cartello” è volutamente lungo e fitto, per costituire una rete stabile tra Istituzioni, Enti, Associazioni ed Organizzazioni, per favorire lo sviluppo di procedure omogenee di prevenzione ed attivare l’immediato intervento dei soggetti aderenti su base provinciale e zonale-distrettuale. Il protocollo sottoscritto è, dunque, solo uno degli step del Piano. Sono stati, infatti, realizzati interventi congiunti attraverso il lavoro sinergico dell’equipe multidisciplinare per l’abuso e il maltrattamento e il Servizio di Pronto Intervento Locale, di concerto con la ASL FG e gli Ambiti territoriali della provincia.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento