#Restiamoacasa, l’accorato appello dei consiglieri comunali Cinquestelle della provincia di Foggia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

La settimana scorsa i Consiglieri comunali del Movimento Cinque Stelle della provincia di Foggia, hanno diffuso un video volto a sensibilizzare i cittadini, sull’osservanza delle norme per contenere la diffusione del COVID-19. Il video contiene gli appelli formulati da Leonardo Coco di San Marco in Lamis, Nunzia Palladino di San Giovanni Rotondo, Gianfranco Di Sabato di San Severo, Maria Teresa Bevilacqua di Vieste, Potito Antolino di Ascoli Satriano, Raffaella Gambarelli di Lucera, Giovanni Quarato e Giuseppe Fatigato di Foggia.

Il video è stato pubblicato in un momento fondamentale per il contrasto al coronavirus. Da giorni, comunque, si sta osservando un leggero calo dei nuovi contagiati, che consente di intravedere un barlume in fondo al tunnel di paura che il Paese (e la provincia di Foggia) sta vivendo. L’attenzione deve restare alta sopratutto nel sud Italia, dove il virus potrebbe comportare danni ancor più gravi rispetto a quelli patiti dal settentrione, a causa di una sanità decisamente meno attrezzata. “Non c’è più tempo per pensare”, ha tuonato Potito Antolino, Consigliere di Ascoli Satriano, il primo Comune della provincia a registrare casi positivi.

“È il momento di adempiere agli inderogabili doveri di solidarietà che l’art. 2 della Costituzione Italiana ci impone. Io resto a casa ed esco solo per motivi di lavoro oppure se è estremamente necessario”. Leonardo Coco, Consigliere di San Marco in Lamis, un’altra cittadina particolarmente colpita dalla pandemia in atto, si appella al senso civico di ognuno, precisando che “soltanto restando a casa possiamo evitare il contagio, uniti ce la faremo!”. Il video è stato diffuso tramite facebook ed è raggiungibile al seguente link https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10218129079751884&id=1034830848

Torna su
FoggiaToday è in caricamento