Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Riecco la nuova ‘Piazza Tavuto’: materiali naturali e innovativi per lo slargo riqualificato di via Crispi

Completato l'intervento di riqualificazione urbana finanziato dalla Fondazione Banca del Monte. Saverio Russo: "Un ulteriore segnale del nostro impegno per il recupero del centro storico"

 

Dopo gli interventi per Porta Arpana, largo Civitella, piazza Mercato e via Siberia, la Fondazione dei Monti Uniti di Foggia è intervenuta per un altro pezzo importante della città. Ieri sera, infatti,  Franco Landella, Saverio Russo e gli architetti Cinzia Nardelli e Marilena Dembech, hanno preso parte alla cerimonia di inaugurazione dello slargo di via Crispi, intervento di riqualificazione urbana finanziato dalla Fondazione dei Monti Uniti di Foggia per complessivi 110mila euro.

L'intervento, resosi indispensabile a causa del protrarsi dello stato di abbandono in cui versava piazza ‘Tavuto’, ha mirato al risanamento dell'area compresa tra via Crispi, via Ortovecchio e vicolo Silvano, attraverso una migliore armonizzazione dello spazio esistente ed una serie di interventi compatibili ed ecosostenibili. A tale scopo sono stati privilegiati materiali naturali e innovativi ed elementi di arredo armonici, nel pieno rispetto delle caratteristiche urbanistiche del quartiere.

In particolare il progetto ha previsto l'inserimento di spazi verdi organizzati in aiuole circolari di diverse dimensioni, dotate di sedute antigraffio (realizzate in cemento ed inerti di marmo di Apricena) e alberature ombreggiati; una pavimentazione innovativa del tipo "anti-smog fotocatalitica", capace di abbattere l'inquinamento atmosferico, la cui sistemazione ha seguito le caratteristiche della trama a scacchiera della maglia urbanistica preesistente; una sinuosa pensilina ondeggiante in legno e alluminio, corredata di una panca realizzata con elementi prefabbricati; al posto dell'unico lampione attuale, sono stati collocati elementi integrati con l'illuminazione pubblica, vale a dire una serie di luci ad effetto alloggiate nelle aiuole ed alla base delle panchine. All'interno dell'area, infine, sono stati installati dei cestini per i rifiuti, una piccola zona parcheggio per le biciclette, dei paletti igienici per gli animali da passeggio ed un fontanino dotato di acqua corrente potabile.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento