Violenza e atti vandalici, il sindaco corre ai ripari: rilevatori di alcol test all'uscita dei locali e stop dopo le 3

Violenza e atti vandalici, il sindaco corre ai ripari: rilevatori di alcol test all'uscita dei locali e stop dopo le 3

Foto di repertorio
"L’elevato numero di episodi di violenza e atti di vandalismo nella nostra città, mi hanno convinto di applicare con acribia la legge n. 48/2017" così il sindaco di Ascoli Satriano, Vincenzo Sarcone. 
A"fine di limitare l’uso di alcool, si porrà attenzione al rispetto del divieto di somministrazione e vendita di questo tipo di bevande dalle 3 di notte in poi. Infatti dalle 3 di notte alle 6 del mattino, è vietata la somministrazione e la vendita di bevande alcoliche e superalcoliche per i titolari e i gestori di pubblici esercizi, alberghi ed esercizi ricettivi, circoli privati, ivi compresi gli esercizi ove si svolgono, con qualsiasi modalità, spettacoli o altre forme di intrattenimento e svago, musicali o danzanti.
Il divieto vale anche per chiunque somministra bevande alcoliche e superalcoliche in spazi o aree pubbliche ovvero nei circoli gestiti da persone fisiche, da enti o da associazioni. 
Si avverte, inoltre, che emanerò delle ordinanze anche in materia di orari di vendita e di somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche per eliminare gravi pericoli che minacciano l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana e per prevenire e contrastare situazioni che favoriscono l’insorgere di fenomeni di illegalità anche legati all’abuso di alcol.
I titolari e i gestori di pubblici esercizi che proseguano la propria attività oltre le ore 24, devono avere almeno un apparecchio di rilevazione del tasso alcolemico, posizionato presso almeno un’uscita del locale, a disposizione dei clienti che desiderino verificare la propria idoneità alla guida. L’esercente può far pagare al cliente l’alcol test e si consiglia di praticare un prezzo pari o di poco superiore al costo della rilevazione. A tal proposito, possono essere utilizzati apparecchi a gettone o kit mono uso.
In caso di inosservanza delle disposizioni di cui sopra, verranno applicate pesanti sanzioni amministrative pecuniarie con conseguenziale sospensione dell’attività commerciale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultima ora: primo caso di Coronavirus in Puglia

  • Terribile incidente nel Foggiano: morto 42enne. Dopo il violento impatto, l'auto si è ribaltata ed è finita fuori strada

  • Tampone su un paziente, si attendono i risultati: quarantena provvisoria per i sanitari entrati in contatto col soggetto

  • In Puglia 5 casi con sintomi sovrapponibili a quelli del Coronavirus: chi rientra a casa dalle zone rosse deve comunicarlo

  • Coronavirus: altri due casi in Puglia, sono la moglie e il fratello del 'Paziente 1' della provincia di Taranto

  • Violenti scontri nel Foggiano: tafferugli tra baresi e leccesi sulla A16, incendiato un veicolo

Torna su
FoggiaToday è in caricamento