'Cugini coltelli', ucciso nel Lodigiano 29enne di Cerignola: fermata una guardia giurata

Sarebbe stato fermato a Milano, a casa della sorella, il presunto killer che nella serata di sabato 10 agosto ha ucciso a Tavazzano (Lodi) Amato Di Paola, originario di Cerignola. Alla base, pare, la gelosia

Sarebbe stato fermato a Milano, a casa della sorella, il presunto killer che nella serata di sabato 10 agosto ha ucciso a Tavazzano (Lodi) Amato Di Paola, ragazzo di 29 anni, originario di Cerignola. 

In manette una guardia giurata: Sebastian Ganci, arrestato dagli agenti delle volanti. Sarebbe stata la sorella a chiamare il 112 dicendo che il fratello aveva fatto "una cazzata". Vittima e presunto killer sarebbero legati da legami di parentela, più nello specifico sarebbero cugini. Il delitto pare che sia maturato in seguito alla gelosia e alla rivalità per una donna romena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • VIDEO - Brumotti irrompe nel quartiere 'Fort Apache' di Cerignola: non solo droga, "qui si preparano gli assalti ai blindati"

  • Si sfiora la rissa in Chiesa, zuffa tra parrocchiani e neocatecumenali (che vogliono la corona misterica): "Giù le mani dal crocifisso"

  • Referendum Costituzionale, il 29 marzo si vota sul taglio dei parlamentari: tutto quello che c'è da sapere

  • Come in un film, in tre tentano di assaltare negozio ma sulla scena irrompono i carabinieri: immobilizzati e ammanettati

  • Ultima ora - Arresti all'alba nel Foggiano: scoperti rifiuti interrati nel Parco del Gargano

  • Tentato omicidio davanti a un bar, estrae pistola e apre il fuoco per un debito di droga: fermato pregiudicato

Torna su
FoggiaToday è in caricamento