'Cugini coltelli', ucciso nel Lodigiano 29enne di Cerignola: fermata una guardia giurata

Sarebbe stato fermato a Milano, a casa della sorella, il presunto killer che nella serata di sabato 10 agosto ha ucciso a Tavazzano (Lodi) Amato Di Paola, originario di Cerignola. Alla base, pare, la gelosia

Sarebbe stato fermato a Milano, a casa della sorella, il presunto killer che nella serata di sabato 10 agosto ha ucciso a Tavazzano (Lodi) Amato Di Paola, ragazzo di 29 anni, originario di Cerignola. 

In manette una guardia giurata: Sebastian Ganci, arrestato dagli agenti delle volanti. Sarebbe stata la sorella a chiamare il 112 dicendo che il fratello aveva fatto "una cazzata". Vittima e presunto killer sarebbero legati da legami di parentela, più nello specifico sarebbero cugini. Il delitto pare che sia maturato in seguito alla gelosia e alla rivalità per una donna romena.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piccola Alice non ce l'ha fatta: è morta la bimba di 6 mesi in vacanza con i genitori sul Gargano

  • Scossa di terremoto a Foggia e sul Gargano

  • Risucchiata dalle correnti bambina sprofonda giù, fratellino tenta di salvarla ma rischia di annegare. "Salvi per miracolo"

  • Incidente mortale: 20enne perde la vita in un terribile scontro frontale, nove persone ferite

  • Angelo non ce l'ha fatta: si è spento a 26 anni "un ragazzo fantastico". Due anni fa l'incontro con l'idolo Pippo Inzaghi

  • Attimi di terrore a Vieste: bimba di 6 mesi rischia di morire soffocata, sanitari le salvano la vita

Torna su
FoggiaToday è in caricamento