Donne incinte occupano alloggi: invitate a lasciarli si fanno scudo con i figli minori

La Polizia Municipale ha denuncia gli occupanti, che non potranno chiedere la residenza presso gli alloggi oggetto di intrusione indebita e non potranno attivare alcuna utenza negli immobili occupati

Auto della Polizia Municipale

La scorsa settimana gli agenti della polizia municipale, dopo le segnalazioni pervenute alla  centrale operativa, sono intervenuti presso due alloggi occupati al Campo degli Ulivi e in località Salive Nuovo. Giunti sul posto e accerta l’illecita intrusione all’interno degli immobili di nuclei familiari, tra cui donne in stato di gravidanza con minori.

Nonostante gli agenti abbiano posto in essere le dovute azioni per invitarle a lasciare gli alloggi, gli occupanti si sono rifiutati facendosi scudo con i figli, opponendo lo stato di indigenza, la precarietà delle condizioni di salute e lo stato di gravidanza in atto.

Gli occupanti sono stati comunque deferiti all’Autorità Giudiziaria per aver violato gli articoli 633 e 639 bis del codice penale. In ogni caso la condotta illecita non resterà priva di conseguenze poiché, oltre alla denuncia in sede penale, secondo le nuove disposizioni di legge in materia di occupazioni abusive (D.L. 28 marzo 2014, n. 47 convertito in Legge 23 maggio 2014 n.80), gli autori dell’illecito non potranno chiedere la residenza presso gli alloggi oggetto di intrusione indebita e non potranno partecipare alle procedure di assegnazione di alloggi pubblici per i cinque anni successivi alla data di accertamento dell’occupazione. Non potranno, altresì, attivare alcuna utenza presso gli immobili occupati.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

  • Ingerisce droga, neonata in coma a Foggia: "Monitoriamo parametri vitali, situazione stazionaria"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento