Avvocati da Roma per la morte di Nicolina: "Accerteremo responsabilità, colpe e omissioni"

Ad assistere i genitori di Nicolina in questo percorso sarà lo studio legale Cimino di Roma. L'avvocatessa Gelsomina Cimino ha accettato l'incarico "per accertare le responsabilità di chi sapeva e ha scelto di restare a guardare"

Nicolina Pacini

La morte di una 15enne non può rimanere impunita. Non non può essere motivata come "l'estremo gesto di un amante deluso". Anzi. I familiari di Nicolina Pacini - la 15enne uccisa ad Ischitella, sul Gargano, ferita al volto con un colpo di pistola esploso a bruciapelo da Antonio Di Paola, ex compagno della madre poi morto suicida - vogliono vederci chiaro. Vogliono, qualora ce ne siano, che siano individuate eventuali responsabilità, colpe, omissioni.

Agguato a Ischitella, spunta un testione oculare: "Ecco come è andata"

Ad assistere i genitori di Nicolina in questo percorso sarà lo studio legale Cimino di Roma. L'avvocatessa Gelsomina Cimino del foro di Roma ha accettato l'incarico "per accertare le responsabilità di chi sapeva e, pur avendo l'obbligo di intervenire, ha scelto di restare a guardare passivamente". PIù volte, infatti, la madre di Nicolina, Donatella Rago, ha dichiarato che da tempo aveva denunciato il suo ex: "era un uomo violento e già alcuni mesi prima aveva minacciato Nicolina puntandole un coltello allo stomaco", puntualizza il legale. La donna voleva che i ragazzi venissero allontanati da Ischitella ma "a chiunque abbia rivolto il suo grido di aiuto, la signora Rago non è stata ascoltata".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Ha una crisi e distrugge casa, sedato e portato in ospedale muore poco dopo: è giallo sulle cause del decesso

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

Torna su
FoggiaToday è in caricamento