Controlli straordinari della Polfer nelle festività, denunce e sequestri a go-go: ritrovate due persone scomparse ed evitato un suicidio

Intensificati i controlli della Polizia nelle stazioni, sui treni e lungo le linee ferroviarie di Puglia, Basilicata e Molise. Oltre 8700 le persone identificate. Diversi grammi di droga sequestrata, e 16 persone denunciate

Immagine di repertorio

Nel periodo delle festività natalizie, di fine anno e dell’Epifania, il Compartimento della Polizia Ferroviaria per la Puglia, la Basilicata ed il Molise  ha ulteriormente intensificato le attività di prevenzione e repressione di fenomeni illegali nelle zone sensibili delle stazioni ferroviarie,  a bordo dei treni delle tratte regionali e della lunga percorrenza diurna e notturna, e lungo le linee ferroviarie,  avvalendosi anche dell’ausilio  di unità cinofile antidroga e anti-esplosivo della Polizia di Stato.

Dal 18 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020, gli agenti della Polizia Ferroviaria hanno sottoposto a controllo e identificato 8.783 persone ritenute sospette, di cui 868 stranieri, dei quali 1 rintracciato in posizione irregolare sul territorio nazionale, nonché 1.231 soggetti con a carico pregiudizi penali. Sequestrati diversi grammi di sostanza stupefacente. 16 le persone denunciate per la commissione di reati vari. In particolare venivano denunciati 8 quattordicenni ed un maggiorenne, tutti originari della provincia di Bari, per aver danneggiato una carrozza di un treno regionale; gli stessi venivano individuati dagli agenti Polfer della Sezione di Foggia. 2 le persone scomparse dalle proprie abitazioni rintracciate. Il loro ritrovamento ha consentito di fare ritornare il sorriso alle famiglie, che hanno vissuto momenti di apprensione per la sorte dei loro parenti. 430 i servizi di vigilanza espletati nell’ambito degli scali ferroviari viaggiatori e merci, mentre 23 sono stati quelli antiborseggio nelle stazioni. 152 i treni viaggiatori scortati e 96 pattuglie effettuate nelle stazioni; 17 sono stati i servizi di pattugliamento lungo le linee ferroviarie per il contrasto dei furti di cavi di rame in esercizio, in danno delle Imprese ferroviarie, del lancio sassi contro i treni in movimento e la posa di ostacoli sui binari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 3 gennaio 2020, agli Agenti della Polizia Ferroviaria di Barletta hanno salvato un ragazzo barlettano di 22 anni che voleva togliersi la vita per una delusione d’amore. Dopo la segnalazione della presenza di un giovane che stava camminando pericolosamente sui binari della Stazione, senza esitare un attimo, gli Agenti lo hanno raggiunto, togliendolo dai binari e mettendolo in sicurezza, pochi istanti prima che sopraggiungesse un treno regionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Manfredonia: auto in mare, morta donna

  • Terribile incidente sulla Statale 16: tir si ribalta a pochi chilometri da Foggia, un morto e un ferito

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Covid: nove dei 10 contagi sono del focolaio di Torremaggiore. Tre ricoverati e 83 persone in quarantena

  • Coronavirus: zero contagi e zero morti in provincia di Foggia

  • "Chiudo la movida". Emiliano: "Sono pronto". E nella 'Spaccanapoli' di Foggia assembramenti senza mascherine

Torna su
FoggiaToday è in caricamento