Movimento di Idee: “Presidii fissi nella piazza antistante la Cattedrale”

L'associazione si dice soddisfatta dell'operato dell'Arma dei carabinieri e favorevole all'istituzione dell'associazione antiracket

Il presidente Mario Aiezza

In merito alle ultime operazioni poste in essere dall’Arma dei carabinieri, l’associazione “Movimento di idee”, nel mostrare apprezzamento e sostegno, si dice favorevole alla proposta dell’istituzione di un’associazione antiracket a Foggia e lancia l’idea di un presidio fisso nella piazza antistante la Cattedrale, nelle serate di venerdì e sabato.

LETTERA | “Desideriamo esprimere tutto il nostro apprezzamento al Colonnello Antonio Basilicata ed a tutte le unità operative dell’Arma dei Carabinieri per l’eccellente e proficuo lavoro che stanno svolgendo per la Città di Foggia.  Il nuovo Comandante provinciale dei Carabinieri con le ultime operazioni dedite al contrasto della criminalità di maggiore allarme sociale ha mostrato di aver bene compreso che Foggia ed i suoi cittadini hanno bisogno di ritrovare, innanzitutto, sicurezza e vivibilità. Accanto ad un’opera dedita al controllo, alla prevenzione e repressione dei reati di criminalità c.d. minore, o di microcriminalità, sta portando a termine, assieme a tutte le altre forze di polizia presenti sul territorio, importanti operazioni dedite al contrasto della criminalità organizzata e dei reati da essa perpetrati.

Foggia è, in questo particolare momento storico, una città che ha bisogno di essere tenuta sotto un costante e penetrante controllo da parte delle forze dell’ordine. Foggia, in questo momento, ha bisogno di un uomo come il colonnello Basilicata.  Al contempo, il comandante dei carabinieri ed in generale tutte le forze dell’ordine hanno bisogno del sostegno della società civile che tramite la costante denuncia dell’illegalità e dando ciascuno il proprio esempio vivendo il quotidiano nel rispetto dell’altro e delle regole devono dimostrare di volere una città vivibile e sicura.

Noi continueremo a dare il nostro sostegno, sincero ed incondizionato, a chiunque operi per il rispetto delle regole. Per questo salutiamo con estremo favore la proposta giunta da più attori istituzionali relativa alla necessità di un’associazione antiracket a Foggia. E’ importante, infatti, che la criminalità sappia che la stragrande maggioranza dell’imprenditoria non ha alcuna intenzione di considerare il racket come un normale e dovuto costo di produzione. E’ necessario che la criminalità sappia che la stragrande maggioranza della società civile foggiane è sana, onesta, e vive nel rispetto delle regole.

Soltanto attraverso una sinergia ed una cooperazione forte tra forze dell’ordine e società civile si potrà raggiungere l’obiettivo di una città sicura e vivibile.  Ci auguriamo, pertanto, che le forze dell’ordine continuino nella loro opera di penetrante controllo del territorio, consapevoli che questo non può certo significare azzeramento degli episodi criminosi. Ed a tal proposito ci preme intervenire anche sull’episodio relativo alla bomba al negozio di cinesi, da condannare sia che lo si legga come risposta della criminalità alle recenti operazioni delle forze dell’ordine, sia che lo si veda come episodio isolato o inerente a contrasti interni alla comunità cinese, ma certamente non da utilizzare come argomento utile a screditare le attività di controllo e monitoraggio del territorio  poste in essere dalle forze dell’ordine.

Infine, ci permettiamo di lanciare un suggerimento al Colonnello Basilicata ed a tutti gli attori istituzionali operanti sul territorio affinché si predispongano, compatibilmente con gli uomini ed i mezzi disponibili, soprattutto nelle serate del venerdì e del sabato, presidii fissi nella piazza antistante la Cattedrale onde scongiurare quel pericoloso, spregiudicato e vergognoso scorazzare di motorini. Una pattuglia dei Carabinieri, della Polizia o di qualsiasi altra autorità di pubblica sicurezza  potrebbe essere sufficiente a rendere più sicura, tranquilla e piacevole una serata trascorsa in quelle zone della Città.”

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

  • Ingerisce droga, neonata in coma a Foggia: "Monitoriamo parametri vitali, situazione stazionaria"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento