E' morto Dario Damato, artista ed ex direttore dell’Accademia di Belle Arti di Foggia

Artista di spessore internazionale che ha dato lustro e visibilità all'intera Capitanata. Un lungometraggio dedicato alla sua figura vinse il primo premio a Cannes

Dario Damato

“Papà ci ha lasciati stanotte. Grazie a tutti quelli che ci sono stati vicini in questi mesi dolorosi. Per tutti voi, come per noi, il Maestro Dario Damato rimarrà vivo per sempre nelle sue opere e nell'Arte che per tutta la vita ha condiviso”. Sono le parole, struggenti, comparse questa mattina sul profilo FB dell’ex docente e poi direttore dell’Accademia di Belle Arti di Foggia, incarico che ricoprì dal 1980 al 1990.

Il pittore foggiano, nato a Barletta nel 1937, è deceduto presso l’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, dov’era ricoverato. Ha allestito oltre 200 mostre esponendo le sue opere nei musei più importanti d’Italia e d’Europa. Personalità eclettica e artista di spessore internazionale che ha dato lustro e visibilità all'intera Capitanata, Dario Damato per oltre trent´anni ordinario della cattedra di Pittura nelle Accademie italiane. Ha fondato insieme a Filiberto Menna la scuola "Nuova Scrittura Verbovisiva".

Le sue opere, esposte in importanti musei e pinacoteche in Italia e all´Estero, hanno ottenuto premi e riconoscimenti di grande rilievo, tra cui quello del Senato Italiano (1973) e del Presidente della Repubblica Italiana (1974). Damato è stato Direttore Artistico di numerose Gallerie d'Arte italiane.  Recensito ed apprezzato da importanti critici, tra cui Palma Bucarelli, lo stesso Filiberto Menna, Achille Bonito Oliva, Luciano Caramel, Mariano Apa, Giorgio Di Genova, Lara Vinca Masini, Pietro Marino, Lamberto Pignotti, Gaetano Cristino, Alessandro Pitrè, nel 1967 il regista Massimo Mida gli ha dedicato un lungometraggio vincitore del primo premio a Cannes.

Il commissario della Provincia, Fabio Costantini, ha ricordato così il Maestro del laboratorio 'Kantiere': "Il suo ricordo rimarrà perenne nella storia artistica della Provincia di Foggia, che scelse di pregiare l'Aula Consiliare di Palazzo Dogana con alcune sue opere, frutto di una notevole ed articolata ricerca scientifica sulla storia delle tradizioni locali”. Per Giuliano Volpe era un artista, innovativo, sensibile e ispirato.

I funerali si terranno domani pomeriggio alle quattro e mezza presso la chiesa di San Guglielmo e Pellegrino.

“Grazie ancora, di cuore, a tutti quelli che ci stanno dimostrando affetto. Se desiderate recare un omaggio al Maestro sarebbe bello coprire la bara con immagini e pensieri che vi legano a lui...niente fiori, perché tanto non li amava...la facciamo alla sua maniera: tramite l’Arte” si legge ancora sul suo profilo FB


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • In fuga su una Ferrari rubata lungo la Statale 16: polizia insegue la 'rossa' da 140mila euro, ladro scende e scappa

Torna su
FoggiaToday è in caricamento