In tre anni, nasconde al fisco 400 mila euro impiegando 91 lavoratori in nero: GdF incastra imprenditore

E’ quanto scoperto dalla Guardia di Finanza a San Paolo di Civitate, dove i militari hanno scoperto la maxi evasione fiscale di una azienda operante nel settore del supporto alla produzione agricola

Immagine di repertorio

Imprenditore nasconde al fisco in tre anni circa 400 mila euro impiegando 91 lavoratori in nero. E’ quanto scoperto dalla Guardia di Finanza a San Paolo di Civitate, dove i militari del Comando provinciale di Foggia hanno portato alla luce la maxi evasione fiscale di una azienda operante nel settore del supporto alla produzione agricola.

L’imprenditore - è emerso -, pur effettuando regolarmente le comunicazioni di assunzione dei lavoratori, ha omesso tutti i connessi adempimenti fiscali. In particolare, i Finanzieri della Tenenza di Torre Fantine, in seguito ad un approfondimento investigativo sui flussi contabili e finanziari, hanno accertato che l’azienda, pur avendo regolarmente comunicato l’assunzione di 91 braccianti agricoli, impiegati nel settore della lavorazione conto terzi per semina, raccolta e lavorazione di prodotti agricoli, non ha ottemperato agli obblighi vigenti in materia fiscale e previdenziale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In sintesi, l’azienda verificata ha omesso, nel triennio 2016 - 2018, di versare le ritenute IRPEF, operate sulle buste paga dei braccianti, nonché i contributi previdenziali e assistenziali obbligatori per i lavoratori impiegati. L’operazione di servizio testimonia il costante impegno della Guardia di Finanza, quale polizia giudiziaria con competenze specialistiche in campo tributario, volto preminentemente al contrasto dell’evasione e delle frodi fiscali che danneggiano le risorse economiche del Paese e alterano le regole concorrenziali del mercato, accrescendo il carico fiscale per gli imprenditori e i cittadini onesti. Contrastare l’evasione fiscale vuol dire anche garantire un fisco più equo e proporzionale all’effettiva capacità di ognuno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte l'estate "strana" della Puglia: spiagge aperte da lunedì 25 maggio. Dal 1 luglio obbligo di apertura degli stabilimenti

  • Un regalo di nozze agli sposi dalla Regione Puglia: "Se non rimandate il matrimonio all'anno prossimo"

  • Tragedia a Manfredonia: auto in mare, morta donna

  • Straordinario traguardo in Puglia: dal tampone di paziente foggiano isolato e sequenziato genoma di due virus Sars Cov 2

  • Tragico incidente stradale sulla 'Adriatica': morto operaio foggiano, il terribile schianto contro un albero

  • Paura in un negozio di abbigliamento: titolare reagisce ai banditi armati, ferito alla testa nella colluttazione

Torna su
FoggiaToday è in caricamento