Da Foggia a Lodi per esprimere solidarietà a Mario Cattaneo

Una rappresentanza foggiana del sindacato di Polizia Penitenziaria in trasferta a Lodi per esprimere solidarietà a Mario Cattaneo, che ha reagito a un tentativo di aggressione e ucciso uno dei tre malviventi

I sindacalisti della polizia penitenziaria in visita a Lodi

Una rappresentanza tutta foggiana del Sindacato di Polizia Penitenziaria, ha fatto tappa a Lodi per far visita a Mario Cattaneo, il 67enne titolare dell’osteria della cittadina lombarda che nei giorni scorsi è stato aggredito all’interno della sua proprietà. Nella reazione l’uomo ha ucciso uno dei tre malviventi.

A Lodi, il vicesegretario generale, Daniele Capone, accompagnato dal segretario regionale della Puglia, Giuseppe Lucente, hanno voluto esprimere la loro vicinanza a nome del sindacato di Polizia Penitenziaria. Proprio l’SPP sta portando avanti, in queste settimane, l’iniziativa della modifica di legge di iniziativa popolare sulla violazione di domicilio e sulla legittima difesa. Iniziativa presentata nei giorni scorsi a Palazzo Dogana a Foggia dove ha fatto tappa il segretario generale, Aldo Di Giacomo.

“Abbiamo ritenuto opportuno portare la nostra solidarietà e la nostra vicinanza alle vittime di un’aggressione che si è purtroppo trasformata in tragedia. Continueremo la nostra battaglia, convinti dell’iniziativa di cui siamo firmatari e riteniamo sia giunto il momento che questo Paese si doti su una legge che tuteli la violazione di domicilio e contempli la legittima difesa”, ha dichiarato il vice segretario generale, Daniele Capone.