Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Marciapiedi shock, quando la vita dei disabili si fa ancora più dura. Gianluca: "Sindaco accompagnami tu"

Lo sanno bene Gianluca, 13 anni, una diagnosi per tetraparesi e serie difficoltà visive, e sua madre Filomena che denunciano a FoggiaToday lo stato pietoso di via Tommaso Fiore e dell’intero circondario

 

Marciapiedi sconnessi, scivoli inesistenti, verde selvaggio e buche sull’asfalto. Se la vita di un adolescente in carrozzella è segnata da numerosi ostacoli, le strade di Foggia non gli semplificano certo la quotidianità. Al contrario. Costituiscono una delle maggiori difficoltà da aggirare per svolgere qualunque attività: andare a scuola, in parrocchia, fare una piccola passeggiata.

Lo sanno bene Gianluca, 13 anni, una diagnosi per tetraparesi e serie difficoltà visive, e sua madre Filomena che denunciano a FoggiaToday lo stato pietoso di via Tommaso Fiore e dell’intero circondario. E non c’è velo che tenga. Si tratta di una via secondaria, certo; ma che connette due delle principali arterie cittadine, ovvero viale Ofanto con via Napoli. Passeggiare in quel quartiere è un vero e proprio percorso ad ostacoli. Una fatica fisica immane per mamma Filomena, ormai esperta di slalom improbabili; una limitazione alle tante possibilità di Gianluca, un bambino sveglio e intelligente, impegnato in numerose attività ma che ha bisogno di essere sempre accompagnato La precarietà dei strade e marciapiedi, però, non riguarda solo Gianluca e la sua famiglia. E’ un problema che coinvolge l’intero rione: dalle persone anziane ai neo-genitori con passeggino al seguito. Da qui l’appello all’Amministrazione Comunale da parte del piccolo Gianluca, che si rivolge direttamente al sindaco Franco Landella: “Accompagnami tu su queste strade!” 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento