Bloccato a largo del Gargano da onde alte 5 metri: notte da incubo per un mercantile diretto in Grecia

L'equipaggio della nave battente bandiera della Tanzania, composto da 7 marittimi di nazionalità ucraina, era in buone condizioni di salute. Questa mattina il mercantile ha ripreso la sua rotta verso il porto del Pireo

Immagine di repertorio

Sabato da incubo per l'equipaggio di una nave mercantile bloccata al largo del Gargano per via delle avverse condizioni meteo-marine. Durante un controllo del traffico marino nell’area di giurisdizione del Circondario Marittimo di Vieste,  quasi simultaneamente alla informazione giunta dalla sala operativa del Compartimento marittimo di Manfredonia, è stata contattava la Motonave 'Matrona' tramite la stazione 'Bari radio', al fine di conoscere precisamente la situazione a bordo e le eventuali criticità.

Il comandante dell’unità richiedeva la possibilità di dare fonda a circa 2 miglia dalla costa nord garganica (Peschici) poiché la nave non riusciva a proseguire la normale navigazione considerato il moto ondoso ed il forte vento, con mare forza 7/8 con onde di circa 5 metri. L'equipaggio composto da 7 marittimi di nazionalità ucraina era in buone condizioni e, pur se più volte suggerito, non necessitavano di assistenza ma venivano comunque monitorati ed in continuo contatto radio.

Il mercantile, di 84 metri di lunghezza, battente bandiera della Tanzania, era partito da Ravenna privo di carico alla volta del Pireo. Durante tutta la notte è proseguito il monitoraggio con relativo continuo contatto radio. Alle 09:15 di questa mattina, la Motonave ha comunicato di aver lasciato il punto di ancoraggio per proseguire la normale navigazione nel porto del Pireo. Al momento della partenza le condizioni meteo marine risultavano essere favorevoli avendo, vento da Nord-est di 11 nodi e onde alte quasi un metro. Si coglie l’occasione per ricordare che la partecipazione attiva dei cittadini (anche tramite il numero 1530) alle varie vicissitudini legate al mare risulta essere un ottimo contributo a preservare la vita umana in mare.

Potrebbe interessarti

  • A spasso nel Gargano e quella torre che si affaccia sul mare cristallino tra i laghi di Lesina e Varano

  • Come allontanare api, vespe e calabroni: alcuni rimedi naturali

  • Gargano da amare: dai faraglioni di Mattinata al castello di Manfredonia, dalla Basilica di Siponto alla grotta di San Michele

  • Gli usi del bicarbonato di sodio che ancora non conosci

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Statale 16, terribile scontro tra Lesina e San Severo: un morto e un 24enne trasportato in ospedale

  • Voleva togliersi la vita, Roberta lo ha salvato e poi il blackout: così Francesco l'ha uccisa a mani nude

  • Ultim'ora | Vento forte, grandine e fulmini sul Gargano: il maltempo minaccia l'estate in Capitanata

  • San Severo sotto shock piange Roberta Perillo: "È in un altro mondo, dove esiste amore autentico"

  • Ultim'ora | Omicidio a San Severo, giallo in via Rodi: uccisa una donna

  • "Non l'ho uccisa perché voleva lasciarmi", ma Roberta non c'è più. La denuncia sui social: "Le amiche sapevano, nessuno l'ha ascoltata"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento