Gargano flagellato dal maltempo, spiagge e camping impraticabili: evacuati 225 turisti

225 turisti sono stati evacuati dai camping Serenella e Stella del Sud. Hanno trascorso la notte in una scuole e in delle strutture ricettive. Centinaia gli interventi dei vigili del fuoco

La spiaggia di Lido del Sole (foto di Roberto D'Agostino)

Il giorno dopo il violento nubifragio che si è abbattuto in provincia di Foggia, in particolar modo sulle zone costiere del Gargano, questa mattina è partita la conta dei danni. Da ieri pomeriggio sono centinaia gli interventi compiuti dai vigili del fuoco presso abitazioni, garage e scantinati di Lido del Sole e San Menaio, località turistiche appartenenti rispettivamente ai comuni di Rodi e Vico.

STESSA STORIA, STESSO POSTO, CHE SI FA?

Nella località balneare di Rodi gli uomini del 115 continuano ad operare per liberare i locali dai detriti e dal fango trascinati dalla forza dell’acqua. Due i campeggi evacuati: ‘Serenella’ e ‘Stella del Sud’. Dei 225 turisti evacuati, 42 sono stati ospitati presso la palestra della scuola di secondo grado ‘Giovanni Falcone’ mentre i restanti 183 hanno dormito e risiedono momentaneamente in alcune strutture ricettive. Tra gli sfollati ci sono 84 persone provenienti dalla Repubblica Ceca.

LE FOTO DEL NUBIFRAGIO: CLICCA QUI

Il comune  ha attivato il COC e sul posto sono arrivati i funzionari della Sezione Protezione Civile della Regione Puglia per il coordinamento delle attività. Oltre ai vigili del fuoco, sono al lavoro i carabinieri, il Corpo Forestale dello Stato, la polizia locale e i volontari di protezione civile del posto e provenienti dal vicino campo operativo gemellato di Jacotenente, la cui base aeronautica di stanza ha fornito le coperte. La Protezione Civile ha messo a disposizione le brandine mentre il Comune di Rodi ha fornito i viveri.

NUBIFRAGIO SPAZZA VIA LA SPIAGGIA: VIDEO

TEMPORALE SUL LAGO DI VARANO: IL VIDEO

MALTEMPO A SAN MENAIO: LE IMMAGINI

A peggiorare le cose ci si è messo pure il vento, che ha spazzato via tende ed ombrelloni. Le spiagge sono impraticabili, fango e detriti sono stati trascinati nel mare in tempesta. Presi in controtempo dall’ondata di maltempo, i turisti – per spostarsi o per raggiungere le persone - se la sono cavata anche con dei gommoni.

Il maltempo non ha risparmiato San Nicandro Garganico e Cagnano Varano. Disagi si sono verificati anche sul Lago Varano e lungo il versante costiero che comprende Torre Mileto, Capoiale e Foce Varano. Situazione sotto controllo nel resto della provincia, in particolar modo a San Marco in Lamis, San Giovanni Rotondo e Rignano Garganico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • VIDEO - Brumotti irrompe nel quartiere 'Fort Apache' di Cerignola: non solo droga, "qui si preparano gli assalti ai blindati"

  • Si sfiora la rissa in Chiesa, zuffa tra parrocchiani e neocatecumenali (che vogliono la corona misterica): "Giù le mani dal crocifisso"

  • Referendum Costituzionale, il 29 marzo si vota sul taglio dei parlamentari: tutto quello che c'è da sapere

  • Come in un film, in tre tentano di assaltare negozio ma sulla scena irrompono i carabinieri: immobilizzati e ammanettati

  • Ultima ora - Arresti all'alba nel Foggiano: scoperti rifiuti interrati nel Parco del Gargano

  • Tentato omicidio davanti a un bar, estrae pistola e apre il fuoco per un debito di droga: fermato pregiudicato

Torna su
FoggiaToday è in caricamento