Fiamme nella notte distruggono bar, Lesina abbraccia i proprietari de 'L'Isola di Wight'. Il sindaco: "Noi abbandonati"

Anche l'europarlamentare con casa a Bosco Isola, Massimo Casanova, alla manifestazione di solidarietà organizzata nei confronti dei proprietari del locale dato alle fiamme la notte scorsa. Cristino: "Potenziare i presidi di sicurezza"

“La grave e drammatica vicenda che ha colpito nella notte scorsa “l’Isola di Wight”, un locale molto frequentato sul lungo lago di Lesina, richiede una attenzione congiunta da parte dell’intera comunità sociale. L’incendio, probabilmente doloso, purtroppo ha trovato il favore delle ore notturne, in un territorio che registra l’assenza di ogni presidio di tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica già nelle prime ore serali”. Così il sindaco di Lesina, Roberto Cristino, su quanto accaduto la notte scorsa al locale andato distrutto. Questa sera manifestazione per esprimere solidarietà ai due imprenditori colpiti dal grave alla presenza, tra gli altri dell'europarlamentare Lega Massimo Casanova, che ha casa nel lesinese, a Bosco Isola.

“La mobilitazione del mondo politico istituzionale e dei cittadini tutti richiede l’avvio di azioni concrete  a cominciare dal potenziamento e dal riordino dei presidi dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e delle Forze dell’Ordine tutte, al fine di non lasciare abbandonata una intera comunità” dichiara il primo cittadino.


“Diventa improcrastinabile, altresì, l’esigenza di diffusione e sostegno della legalità, con il coinvolgimento delle scuole, degli enti locali limitrofi, delle associazioni, e delle diverse autorità a tutela di un territorio, sino ad oggi, estraneo alle realtà criminali”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ringrazio i Carabinieri per il lavoro che stanno svolgendo e confido in una attività di indagine che possa fare luce tempestivamente sul grave episodio criminoso. Esprimo a nome dell’amministrazione che rappresento e dell’intera comunità lesinese piena solidarietà ai concittadini Giuseppe Maselli e Enzo Colella, con l’augurio che questo paese continui a rappresentare un incantevole luogo turistico, socialmente tranquillo che non può e non deve salire alla ribalta delle cronache criminali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Statale 16: tir si ribalta a pochi chilometri da Foggia, un morto e un ferito

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Si torna a ballare in Puglia: verso la riapertura di club e discoteche all'aperto

  • Covid: nove dei 10 contagi sono del focolaio di Torremaggiore. Tre ricoverati e 83 persone in quarantena

  • Il gruppo Amadori vende azienda del Foggiano per 30 milioni. I nuovi proprietari sono le 'Fattorie Garofalo' di Capua

  • Coronavirus in Capitanata: positivo intero nucleo familiare. Piazzolla: "Tracciata catena dei contatti. Situazione sotto controllo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento