Automobilista protesta, lavavetri lo colpisce in testa: caos al semaforo, denunciato 40enne

La vittima è un 61enne foggiano. Denunciato per lesioni personali il lavavetri, un uomo 40enne originario del Bangladesh. Il fatto è successo a Bologna

Immagine di repertorio

Automobilista protesta, lavavetri lo colpisce in testa. È finita con una denuncia per lesioni e una chiamata al 118 la lite scoppiata ieri sera, tra un lavavetri e un automobilista foggiano, in zona Fiera, a Bologna.

Il fatto, riporta BolognaToday.it, è accaduto al semaforo tra via Stalingrado e viale Aldo Moro. L'uomo al volante, un 61enne originario di Foggia, non voleva che il lavavetri pulisse il parabrezza della macchina; così i due hanno cominciato a discutere, ma poi il diverbio è degenerato.

Il lavavetri, un cittadino del Bangladesh di 40 anni, ha colpito l'automobilista in testa con il manico della spazzola, non è chiaro se attraverso il finestrino o fuori dall'auto, per poi scappare a bordo della sua bicicletta. 

La vittima, però, sebbene lievemente ferita, lo ha inseguito e ha allertato il 113. Così, poco dopo, la 'Volante' della polizia ha intercettato il lavavetri, già noto alle forze dell'ordine per reati minori e irregolare, che è stato denunciato per lesioni personali. L'automobilista invece è stato medicato sul posto dagli operatori del 118. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

Torna su
FoggiaToday è in caricamento