Vieste si riempie di turisti, ma crescono gli abusivi: interventi record della Polizia Locale

Pioggia di sanzioni sulle spiagge e litorali rocciosi nei confronti dei campeggiatori abusivi. Agenti all’opera sulle spiagge: numerosi i sequestri di capi di abbigliamento venduti senza autorizzazione. E crescono anche i rifiuti abbandonati sulle litoranee

È stata una domenica piuttosto impegnativa per gli uomini della Polizia Locale di Vieste. Numerosissime le segnalazioni pervenute alla Centrale Operativa, com’era facile immaginare in questo periodo, riguardanti la presenza di tende, roulotte, autovetture, camper, gazebo in spiaggia e sui litorali rocciosi.

Gli agenti dell’Unità Operativa Spiagge della Polizia Locale ha pertanto effettuato diversi interventi sanzionando i campeggiatori abusivi e attuando contestualmente una campagna informativa sulle serie conseguenze a cui vanno incontro i trasgressori delle norme. Nel dettaglio: “L’ Articolo 3 comma 1 lettera A dell’Ordinanza Balneare 2017 della Regione Puglia prevede che “sulle aree demaniali marittime della costa pugliese è assolutamente vietato campeggiare con tende, roulotte, camper ed altre attrezzature o installazioni impiegate a tal fine, nonché pernottare, al di fuori delle aree specificamente destinate con regolare titolo abilitativo; La violazione di tale articolo comporta una sanzione da € 103,00 ad € 619,00 come previsto dall’articolo 1161 secondo periodo del codice nella navigazione. In tal caso si può procedere alla immediata rimozione forzata del veicolo in deroga alla procedura di cui all’articolo 54 del codice della navigazione”.

Un’altra legge molto importante in materia è la Legge Regionale n. 11 del 11.02.1999, la c.d. Legge sul Turismo. L’articolo 71 prevede che “E’ soggetto alla sanzione amministrativa da € 1.549,37 a € 4.648,11 con sequestro della tenda o roulotte, chi dovesse campeggiare nelle aree non consentite (art. 22). Nel caso in cui il mezzo di pernottamento fosse incorporato alla motrice di trasporto, sarà comminata soltanto la sanzione amministrativa da € 3.098,74 a € 6.197,48”.

Nell’intensa giornata di ieri non sono mancati i sequestri di capi di abbigliamento venduti senza alcuna autorizzazione. A questi si aggiungono anche gli interventi di urgenza, operati dal personale dell’Ase, per la raccolta di rifiuti abbandonati lungo le litoranee e in diverse aree pubbliche. Il personale della Polizia Locale di Vieste, con l’ausilio del personale dell’ASE, considerato che i responsabili di tali abbandono non possono essere identificati in altro modo, nel rispetto delle determinazioni del Garante della Privacy stanno procedendo ad ispezioni selettive dei rifiuti. Ai responsabili saranno comminate sanzioni da € 300,00 ad € 3.000,00. Se l’abbandono di rifiuti viene commesso da ditta, il fatto assume rilevanza penale e si va incontro ad una denuncia all’Autorità Giudiziaria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Ha una crisi e distrugge casa, sedato e portato in ospedale muore poco dopo: è giallo sulle cause del decesso

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

Torna su
FoggiaToday è in caricamento