Infiltrazioni mafiose sulla 'Segnaletica': stop all'appalto da 2,5 milioni di euro

Dopo l'informazione antimafia interdettiva del Prefetto di Foggia, il Comune di Foggia ha risolto il contratto con Segnaletica Meridionale sas - Sud Segnal srl da 2,5 milioni di euro

TENTATIVI DI INFILTRAZIONI MAFIOSE

Il Comune di Foggia ha risolto il contratto con Segnaletica Meridionale sas - Sud Segnal srl, l'associazione temporanea di imprese che per l'ente si è occupata sino ad oggi della manutenzione degli impianti semaforici e della segnaletica orizziontale e verticale, per tentativi di infiltrazioni mafiose. Corso Garibaldi, con determina n.45 del 12 luglio 2017, ha acquisito l'informativa Antimafia interdittiva depositata il 30 giugno scorso dalla Prefettura di Foggia, secondo la quale per la società in questione "sussistono - si legge - tentativi di infiltrazioni mafiose ai sensi del D. lgs.159/2011 e ss.mm.ii".

L'INFORMAZIONE ANTIMAFIA INTERDITTIVA 

È l'atto conclusivo di una vicenda inquietante iniziata lo scorso 14 aprile quando il Prefetto, Maria Tirone, comunicava al Comune di Foggia l'adozione di "informazione antimafia interdittiva nei confronti della ditta Segnaletica Meridionale s.a.s., di Colecchia Giuliano & C., in quanto gli elementi oggettivi raccolti nel corso dell’istruttoria [...] suffragano il quadro indiziario della presenza di possibili situazioni di infiltrazioni mafiose", invitando, però, l'ente, al contempo, "a non assumere iniziative dirette all’interruzione del rapporto con l’impresa interdetta contraente, al fine di garantire la continuità di eventuali funzioni e servizi essenziali dedotti nei contratti in corso con la stessa".

LA RISOLUZIONE DEL CONTRATTO D'APPALTO

Il tutto nasce il 15 luglio 2016, a seguito della obbligata richiesta del Comune di Foggia agli Interni attraverso la BDNA (banca dati nazionale antimafia) all'atto dell'aggiudicazione dell'appalto da 2,5 milioni di euro per cinque anni da parte di Segnaletica Meridionale. A distanza di un anno la valutazione definitiva della Prefettura (malgrado il ricorso al TAR dell'ATI). Quindi la risoluzione del contratto di appalto e la revoca della relativa determina. Il prossimo atto sarà l'affidamento del servizio alla seconda classificata, individuato nel Consorzio Nazionale Cooperative di Produzione e Lavoro “Ciro Menotti”, con sede legale in Ravenna, il quale avrebbe confermato a Palazzo di Città la "piena disponibilità a subentrare nel contratto oggetto dell’appalto".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Avatar anonimo di Araba Fenice
    Araba Fenice

    La seconda classificata è una ditta di Ravenna? Non si può sentire!! Nemmeno nei libri di Camilleri ho mai letto una storia simile. Così come "ipotesi di infiltrazioni mafiose" suppongo sia un eufemismo, se solo si pensa che avevano praticamente creato il vuoto intorno. Nessun appalto, nessuna somma urgenza, nemmeno una pagliuzza si poteva muovere a Foggia, senza che intervenisse la premiata ditta. Tutti sapevano, tutti tacevano... come nelle migliori pieces teatrali a firma di Pirandello. "La mafia non esiste" diceva Marcello Dell'Utri. Nemmeno a Foggia ...

  • E, comunque, forse sarebbe anche il caso, visto che ci troviamo, di iniziare a parlare dell'intervento, immagino non gradito ai commercianti, del nuovo supermercato ed annesso fast-food, su via Bari angolo via Smaldone, sul suolo una volta di proprietà del Consorzio di Bonifica della Capitanata : chi è l'azienda leccese, che lo ha acquistato ? Quale era la " tipizzazione " del suolo sul Prg ? Quale è l'importo, cui è stato venduto il suolo, ed è corrispondente ad una valutazione " realistica " ? La concessione edilizia rilasciata, è " conforme " agli strumenti urbanistici ? Gli spazi a " parcheggi ", ci sono, e sono rispettati ? La Procura, ha già acceso i " riflettori ", o si è fidata di spiegazioni " parziali ", provenienti da persone a " cavallo " tra le due sponde ? Attendiamo chiarezza !

    • E poi, visto che sulla LIDL, ultimamente, si erano accesi dei " riflettori ", a livello nazionale, circa l'affidamento dei lavori di costruzione di siti, la Prefettura si è già attivata, per verificarne la linearità ? Quanti, poi a Foggia, sanno che lì verrà anche un McDonald's ? E, tutto ciò, era già previsto negli " strumenti urbanistici " ? Mainiero, tu che hai accesso gratuito agli atti, puoi chiarirci la vicenda, per sgomberare il campo da ogni equivoco ? Ovviamente, l'invito è rivolto anche ad altri, di " buona volontà " !

  • Nooo, non ci posso credere ! Al Comune, immagino, non sapevano alcunchè ? Ed ora, dopo i cubetti di porfido intorno alla fontana, di cui attendiamo ancora di conoscere il costo, chi dovrà fare i lavori di allargamento dei marciapiedi di piazza Giordano-via Lanza ? Quale partita i.v.a. ne ha preso il posto ?

  • Poi le ditte foggiane,si lamentano ke non danno appalti a loro....

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Continua la "caccia ai caporali", furgone di braccianti fermato dopo inseguimento: due arresti

  • Cronaca

    Minacce e violenze ai danni del padre, arrestato 36enne: pretendeva il denaro per l'acquisto di droga

  • Cronaca

    Selfie sulla carta d'identità, nei guai foggiano in vacanza ad Ischia: "Il documento è alterato"

  • Cronaca

    Vasta operazione interforze contro l'abusivismo commerciale: è l'Action Day. 28 sequestri, 25 sanzioni ed una denuncia

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla 693, coinvolti due camper e un suv: 3 morti

  • Terremoto in Molise: trema (di nuovo) Foggia, paura sul Gargano

  • Ultimo saluto a Liliana, Daniela e Domenico: il Comune di Torremaggiore proclama il lutto cittadino

  • Terremoto, forte scossa in Molise: trema anche la provincia di Foggia

  • Manfredonia, escherichia coli ed enterococchi in mare: scatta il divieto (temporaneo) di balneazione

  • Incidente mortale sulla 693: investito vigile urbano in servizio, è in prognosi riservata

Torna su
FoggiaToday è in caricamento