Omicidio a Cerignola, interrogatori e perquisizioni: Tango ucciso davanti alla figlia di 7 anni

Al momento non ci sarebbe nessun sospettato principale. Ad agire, un uomo solo, a volto scoperto che dopo il fatto di sangue si sarebbe dileguato a piedi. Non è chiaro, al momento, se lo stesso avesse un appuntamento con il suo assassino

Il luogo dell'omicidio

Al momento non c'è alcun sospettato per l'omicidio di Stefano Tango, 46enne con piccoli precedenti per spaccio di stupefacenti, ucciso ieri mattina, in via Luogosanto, a Cerignola con un colpo di pistola calibro 45. Per tutto la giornata di ieri, gli uomini dell'Arma dei Carabinieri hanno ascoltato amici e parenti della vittima e hanno effettuato numerose perquisizioni a carico di soggetti che gravitano attorno agli ambienti dello spaccio nel centro ofantino. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Omicidio Tango, la ricostruzione dell'accaduto

L'ispezione cadaverica effettuata sul corpo del 46enne ha accertato che Tango sia stato ucciso con un solo colpo di pistola che lo ha trafitto da spalla a spalla (e non in volto come inizialmente divulgato), perforandogli organi vitali quali i polmoni. Ad agire, un uomo solo, a volto scoperto che dopo il fatto di sangue si sarebbe dileguato a piedi. Ad assistere alla scena, purtroppo, vi era la figlia dell'uomo, di appena 7 anni, che lo aspettava in auto. Non è chiaro, al momento, se lo stesso avesse un appuntamento con il suo assassino, oppure se sia stato raggiunto in una zona che frequentava spesso. Un contributo importante per le  indagini potrebbe giungere dai filmati delle telecamere presenti in zona, tutte al vaglio dei militari. Unica certezza, al momento, è l'estraneità dell'uomo a contesti legati alla criminalità organizzata ofantina: le indagini, infatti, si starebbero muovendo verso altre direzioni.

VIDEO | Omicidio Stefano Tango a Cerignola: le immagini sul luogo del delitto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Giornata drammatica, bollettino choc per la provincia di Foggia: nove morti e 52 casi positivi

  • "Mai visto nulla di simile". Dentro l'ospedale Covid di Casa Sollievo. Il dr Del Gaudio: "Il lavoro è duro e complesso"

  • Coronavirus: due città diventano 'zona rossa' con almeno 51 casi positivi, quattro sono amaranto e tre lilla

  • Piero Pelù, rocker innamorato in quarantena a Foggia: "Sono corso da Gianna appena in tempo, in due ci diamo forza"

  • Incendio sulla 'pista', vigili del fuoco accerchiati e derubati delle attrezzature: notte di follia a Borgo Mezzanone

Torna su
FoggiaToday è in caricamento