Papa Francesco bacia la mano a don Michele De Paolis: “L’ho abbracciato e pianto”

Il 6 maggio, a Roma, il don dell'Emmmaus ha avuto la gioia di concelebrare l'Eucaristia con il papa argentino. "Pochi minuti, ma intensissimi: gli ho parlato delle "pietre scartate", con cui vivo"

Don Michele De Paolis e Papa Francesco

Ha incontrato Papa Francesco presso la chiesa di Santa Marta in Vaticano, rimanendo stupito dalla reazione del Santo Padre, che dopo un breve dialogo si è inchinato e gli ha baciato la mano. Protagonista dell’incontro è stato il fondatore di Emmaus don Michele De Paolis, 90 anni, da sempre al fianco degli ultimi, gli emarginati. Il 6 maggio, a Roma, don Michele ha avuto la gioia di concelebrare l’Eucaristia con il papa argentino.

Un mix di emozioni e sensazioni che il don foggiano ha provato a sintetizzare così: “Ho concelebrato con Papa Francesco. Ho letto il vangelo. Dopo la celebrazione, il Papa riceve i presenti in un’altra sala. Io, col mio accompagnatore, eravamo gli ultimi.

Pochi minuti, ma intensissimi: gli ho parlato delle “pietre scartate”, con cui vivo; gli ho presentato i doni (un crocifisso, un calice e una patena in legno d’ulivo, bellissimi); gli ho comunicato le nostre iniziative in corso per gli immigrati di Lampedusa.

E’ rimasto assai contento. Gli ho detto: ”Vorremmo tanto un’udienza per noi di Emmaus. E’ possibile?” “Tutto è possibile. Parlane con Card. Maradiaga e combini lui ogni cosa”. Poi, mi ha baciato la mano! Io l’ho abbracciato e ho pianto”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Eliminatelo questo articolo bellissimo... visto che non si può postare nessun commento!!!

  • Ho fatto un normale commento un po' critico sugli attegiamenti della chiesa e dei sacerdoti: mi sono valso della mia esperienza di studente francescano ed ho accennato alla necessità di imitare Papa Francesco in attegiamenti sempre di vicinanza ai malati, deboli e poveri del mondo intero. È vero, ora ho fatto scelte diverse pur continuando ad essere credente e cattolico praticante. Mi sono dedicato normalmente alla mia nuova famiglia con due figli e 5 nipotini. Come mai queste affermazioni sono state ritenute non postabili? Forse che criticare una chiesa lontana dal cittadino può ritenersi fuorviante o lesivo o non essere piuttosto un positvo contributo di appartenenza ad una comunità che deve uniformarsi ai dettami interessantissimi del nostro Papa Francesco ed essere più coerente con quanto predica. Se poi mi sono dedicato a degli...intoccabili evitate di pubblicare quest'altro commento: continuerò ad essere...diversamente clericale!!!

  • Finalmente il vero volto della Chiesa: è quella di Papa Francesco. Che imparino i nostri sacerdoti a vivere con umiltà e privandosi del superfluo e avvicinandosi sempre di più ai foggiani bisognosi di tutto...! Io sono un credente, ho vissuto molti anni tra i Francescani studiando e sfamandomi con una fede che ha corroborato le mie opinioni. Poi ho fatto una bellissima scelta. Ho deciso di vivere un'esperienza diversa: ho scelto il matrimonio; ho una famiglia meravigliosa, due figli eccezionali che mi hanno regalato 5 nipotini e faccio perciò il nonno a tempo pieno. Quando mi reco in chiesa, essendo un cattolico credente e praticante, assisto a dei sermoni che sono...lunghissimi e noiosissimi e sopratutto molto lontani dal modo di vivere e di pensare della gente... normale che può, per tante ragioni, non avere cultura o la... pazienza di sentirsi considerata lontana dal Signore quando da questi...pulpiti arrivano prediche che non scuotono proprio nessuno ma fanno annoiare e...addormentare quei tanti che assistono alle cerimonie religiose!!! Speriamo che qualche sacerdote...sapientone leggerà quanto da me indegnamente denunciato e si avvicini un po' di più alle esigenze di noi credenti... ricchi o poveri, non impora, ma sicuramente desiderosi che la gerarchia ecclesiastica si ispiri a quanto afferma PAPA FRANCESCO che sta emozionando tuto il mondo...credenti e non credente! Buona giornata a tutti dal...nonno a tempo pieno: ciao!

Notizie di oggi

  • Sport

    Show di Angelo, il Foggia mette la sesta: battuto anche il Taranto

  • Politica

    Alfano sul Gargano, sul futuro dell’Area Popolare: “Noi né sotto Salvini, né sotto il Pd”

  • Economia

    La Corte dei Conti bussa alla porta del Comune di Manfredonia

  • Politica

    Scontro sulle Infrastrutture, Miglio rassicura la Confcommercio: “Verrete coinvolti tutti”

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Carapelle: 'giganti della strada' si scontrano sulla Statale 16

  • Incidente stradale ad Alberona: si ribalta autocisterna del latte, muore autotrasportatore

  • Come in un film sulla Statale 16: banditi armati fermano automobilista e vanno via con la Jaguar

  • 18enne aggredito e rapinato in via Galliani: "Se chiami la polizia ti uccido"

  • Provocano incidente e pestano a sangue 'testimone': in carcere i due aggressori

  • Nubifragio nel Foggiano, dal Gargano ai Monti Dauni: frane e strade allagate

Torna su
FoggiaToday è in caricamento