Si aggrava il bilancio del terribile incidente stradale: i morti sono due, un altro lotta tra la vita e la morte

L'incidente stradale tra San Severo e San Marco in Lamis. Il conducente del mezzo è stato arrestato per il reato di omicidio stradale

Si aggrava il bilancio dell'incidente stradale avvenuto all'alba di oggi, sulla strada che da San Severo conduce a San Marco in Lamis, dove un'auto con a bordo cinque braccianti agricoli è uscita fuori strada, ribaltandosi su sè stessa.

Dei cinque uomini a bordo, uno è morto sul colpo; gli altri sono stati trasportati tramite 118 negli ospedali di San Severo e San Giovanni Rotondo. Il fatto è successo intorno alle 6.30 circa, lungo la Provinciale 25. L'auto, una Lancia Lybra, era condotta da cittadino senegalese di 24 anni; insieme a lui, altri quattro passeggeri, due 25enni gambiani, un coetaneo della Guinea e un ulteriore cittadino africano in via di identificazione.

A causa dell'incidente, il passeggero in via di identificazione è morto sul colpo, mentre uno dei due gambiani è deceduto successivamente all'ospedale San Giovanni Rotondo, dove era giunto già in condizioni critiche. Da primi accertamenti, i braccianti risultano regolari sul territorio nazionale e con posizione lavorativa attiva.

Sul posto, insieme al 118, una squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di San Severo e i carabinieri del Nucleo Operativo Radio Mobile per i rilievi del caso. Il conducente è stato tratto in arresto per il reato di omicidio stradale e sarà tradotto presso casa circondariale di Foggia. Altri due passeggeri sono stati dimessi, mentre un terzo è in ospedale, in bilico tra la vita e la morte. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • Ha una crisi e distrugge casa, sedato e portato in ospedale muore poco dopo: è giallo sulle cause del decesso

Torna su
FoggiaToday è in caricamento