L'ultimo saluto a Francesco, morto in un violento scontro sulla Statale 16: i funerali nel Duomo di Lucera

I funerali del 35enne di Lucera, Francesco Miano, morto in un incidente stradale sulla Statale 16, si svolgeranno questo pomeriggio alle 16 presso il Duomo della città federiciana.

Francesco Miano

"Sarebbe bello, forse anche giusto, se almeno una volta nella vita di ognuno fosse possibile riavvolgere il nastro e tornare indietro di un attimo. Per una sola volta non è tanto". Poche parole quelle del sindaco Antonio Tutolo, ma che rendono bene l'idea del momento drammatico che in queste ore sta vivendo la comunità di Lucera per la morte di Francesco Miano, il 35enne figlio dell'ex assessore alle Attività produttive e noto imprenditore della zona, morto in seguito ad un incidente stradale avvenuto sulla Statale 16 in agro di Chieuti al confine con il Molise.

La sera del 1 agosto la Bmw con a bordo il ragazzo si è scontrata con un tir che trasportava argilla espansa. Il violento impatto tra i due mezzi è stato fatale al ragazzo di Lucera, mentre il conducente del tir ha riportato lievi feriti. I funerali si svolgeranno questo pomeriggio alle 16 presso il Duomo della città federiciana.

Potrebbe interessarti

  • Peschici, un paradiso rovinato dal degrado: "L'inciviltà regna sovrana e subiamo i postumi delle notti brave"

I più letti della settimana

  • Incidente mortale: 20enne perde la vita in un terribile scontro frontale, nove persone ferite

  • Dramma sfiorato a Peschici: rischia di soffocare al ristorante, salvato da un turista. "Maurizio, sei un eroe!"

  • Risucchiata dalle correnti bambina sprofonda giù, fratellino tenta di salvarla ma rischia di annegare. "Salvi per miracolo"

  • Rissa di Ferragosto in pieno centro: scoppia lite tra due uomini, uno si scaglia contro gli agenti. Arrestato

  • Grave incidente stradale tra Trinitapoli e Cerignola, scontro tra due auto: un morto

  • Incidente sulla Statale finisce in rissa: in due finiscono al pronto soccorso, coinvolto anche un foggiano

Torna su
FoggiaToday è in caricamento