Incendio distrugge la copertura di Villa Faragola, Volpe: "Un danno enorme, forse irreparabile”

Il fatto è avvenuto intorno alle 2 della scorsa notte, quando un incendio si è sviluppato a partire da un manufatto ligneo; i vigili del fuoco non hanno trovato tracce di liquido infiammabile o inneschi. Sull’accaduto indagano i carabinieri

Il sito di Faragola questa mattina

Distrutta dalle fiamme la copertura lignea del sito archeologico di Faragola, ad Ascoli Satriano, nel Foggiano, dove è stato individuato un esteso ed articolato insediamento di età romana e tardoantica, che si segnala per le notevoli manifestazioni di lusso. A darne notizia è l’archeologo Giuliano Volpe, presidente del Consiglio superiore dei beni culturali e paesaggistici: “E’ un disastro: nella notte è stata incendiata la copertura del sito archeologico di Faragola. O forse sono stati usati esplosivi per far saltare la copertura, che è ignifuga. Sembra roba da professionisti - ipotizza Volpe, preoccupato - Un danno enorme. Forse irreparabile”.

La triste fine di Faragola: i commenti

A fuoco Faragola, sul posto nessun innesco o traccia di benzina

Nel dettaglio, erano stati portati parzialmente alla luce alcuni ambienti residenziali di una ricca villa - Villa Faragola, appunto - di cui è stata finora documentata soprattutto la fase tardoantica (IV-VI secolo d.C.). Il fatto è avvenuto intorno alle 2 della scorsa notte, quando un incendio si è sviluppato a partire da un manufatto ligneo; necessario l’intervento di più squadre dei vigili del fuoco del comando provinciale di Foggia e distaccamenti che, però, non hanno trovato tracce di liquido infiammabile o inneschi. Sull’accaduto sono in corso le indagini dei carabinieri.

Video: le immagini del rogo di Faragola

In fumo 14 anni di lavoro, scavi e ricerca: quali danni?

In fumo, quindi, tutta la sistemazione, opera di anni di lavoro e di finanziamenti della Regione, di Arcus e ora del MiBACT. “Non so ancora nulla dei danni provocati alle strutture archeologiche, ai muri, ai mosaici, alle pavimentazioni in marmo, a tutto il sito”, spiega Volpe. “Quattordici anni di scavi, di ricerche, di studi, di lavoro sul campo, di pubblicazioni, di progettazione di un modello di musealizzazione in situ per uno dei parchi archeologici considerati più importanti di Puglia e d'Italia: persi, distrutti, inceneriti dalla malavita o dalla stupidità o da altri interessi? A chi dava fastidio un sito come Faragola?”, si chiede il presidente del Consiglio superiore dei beni culturali e paesaggistici. "Mi fa rabbia che da alcuni mesi il cantiere era stato sospeso in attesa della ripresa per il completamento del terzo lotto dei lavori di sistemazione, con le installazioni multimediali, il percorso di visita, lo spazio informazioni, il laboratorio didattico per i bambini. Purtroppo è la conferma che quando un sito è lasciato senza una gestione, senza controlli, senza un uso quotidiano diventa la classica 'terra di nessuno' nella quale è facile che i delinquenti o i vandali operino indisturbati”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • Faccio mia, la domanda di Volpe : " a chi dava fastidio, un sito come Faragola " ? Quasi superflua, poi, la considerazione che " i lavori fossero sospesi da alcuni mesi, in attesa del terzo lotto " !

  • Uno sfregio alla cultura , andato in fumo, ad opera dell'ignoranza malavitosa locale...non doveva essere lasciato incustodito in balia di ignoti...certo con tutti i fondi,ci si poteva adoperare per una vigilanza fissa armata.... dato ke questo sito è uno dei più importanti d'Italia .

    • Se ci fosse stata una custodia e non ci fosse stato un incendio, non si parlerebbe di progettare una "nuova costruzione.

      • Ke significa scusa !?

        • Secondo me intende dire che adesso ci saranno nuovi fondi per la ricostruzione e nuove magniatorie

          • Bravo!

            • Cosa c'entra col mettere una vigilanza armata prima ovviamente

              • Tu hai detto che "ci si poteva adoperare prima per una vigilanza fissa armata". Se così avessero fatto, probabilmente non ci sarebbe stato un incendio. Senza incendio, non ci sarebbe stata la necessità di rifare la copertura. Senza una nuova copertura, non c'è una nuova spesa da sostenere, quindi.....

  • Non ci posso credere : ancora Ascoli Satriano, anche oggi, agli onori delle cronache ! Ma questa realizzazione , risaliva anche ella alle opere fatte dall'ex sindaco Rolla, di cui ci siamo occupati ieri ?

Notizie di oggi

  • Meteo

    Meglio sul clima che sulla qualità della vita: Foggia è 24esima su 107 province

  • Attualità

    Sul Gargano sventolano le 'Bandiere Verdi', i pediatri confermano le spiagge di Vieste e Rodi (e la Puglia è sul podio)

  • Sport

    VIDEO | Il Foggia si prepara per Brescia: porte aperte allo Zac, poca gente ma in 900 sono pronti per il Rigamonti

  • Economia

    Beni durevoli: i foggiani hanno speso 397 milioni in un anno. Boom moto, bene auto e mobili (giù elettronica e tecnologia)

I più letti della settimana

  • Gino Lisa, ecco il piano di sviluppo dell'aeroporto per una Foggia Città d'Europa

  • Incidente ferroviario alle porte di Foggia: treno travolge animale, Frecciabianca diretto a Lecce fermo a San Severo

  • Omicidio a Mattinata, Francesco Pio Gentile ucciso in un agguato sotto casa

  • La foggiana nonna Peppa compie 116 anni: buon compleanno alla donna più longeva d'Europa (la seconda nel mondo)

  • Omicidio a Mattinata, Gentile ucciso a colpi di fucile: nella notte eseguiti sei stub e una dozzina di perquisizioni

  • "Voleva far saltare in aria l'intero condominio": aspirante suicida arrestato per atti persecutori e strage

Torna su
FoggiaToday è in caricamento