Delinquenti in azione a Rignano, incendiati nella notte auto e cassonetti. Il sindaco: "Siamo preoccupati"

A fuoco nella notte l'auto di una ragazza e due cassonetti dei rifiuti. Il sindaco Luigi Di Fiore: "c'è problema che va affrontato e combattuto". Indagano i carabinieri, sul posto i vigili del fuoco

Il luogo degli incendi e l'auto in fiamme

Il sindaco di Rignano Garganico manifesta sconcerto e preoccupazione per quanto accaduto la scorsa notte (di fuoco) nel centro più piccolo del promontorio: il bilancio è di un'auto e due cassonetti incendiati. Lo fa sul suo profilo Facebook e lo ribadisce anche a FoggiaToday: "Non è il primo episodio, durante le festività pasquali furono dati alle fiamme tredici cassonetti dei rifiuti".

Ma chi e perché vuole rovinare l'armonia del comune di Grotta Paglicci che si affaccia sul Tavoliere delle Puglie? E' questo l'interrogativo al quale i carabinieri della compagnia di San Giovanni Rotondo, intervenuti nella notte con i militari del posto insieme ai vigili del fuoco di San Severo, cercheranno di dare una risposta.

L'auto distrutta dalle fiamme è una chevrolet "di una ragazza che voleva trascorrere due giorni in tranquillità nel suo paese di origine per ripartire questa mattina e tornare nella città in cui risiede" spiega Luigi Di Fiore, secondo il quale gli atti delinquenziali della scorsa notte confermerebbero la necessità "di un maggiore controllo e attenzione da parte di istituzioni e forze dell'ordine".

Per il sindaco - che "quasi con le lacrime agli occhi" si è personalmente scusato a nome di tutta la comunità, "c'è problema che va affrontato e combattuto". Di Fiore fa sapere che qualora dovesse esserci un processo, il Comune si costuirebbe parte civile.

Il primo cittadino ricorda inoltre la sottoscrizione del 'Patto per la sicurezza' con il Prefetto Massimo Mariani e l'inoltro del progetto per l'istallazione di 13 nuove telecamere che il Comune coofinanzierà con 17mila euro: "Nei prossimi giorni metteremo a punto, insieme alle Forze dell'ordine, le azioni da intraprendere per dare un chiaro messaggio a questi delinquenti che credono di rovinare la reputazione e il vivere civile di un intero paese. Dobbiamo tenere sempre a mente che noi siamo molti di più di loro e insieme dobbiamo debellare il problema" conclude il sindaco della cittadina del presepe vivente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta il suicidio, sospeso nel vuoto tra il balcone e l'asfalto perde i sensi: figlio, vicino, carabinieri e 115 gli salvano la vita

  • Attimi di tensione al Grandapulia, migranti minacciano di "bloccare il Natale": cariche della polizia e lanci di pietre

  • Inseguimento da film nel Foggiano: fuga a folle velocità tra la nebbia per 40 km, volanti speronate e sul finale lo schianto

  • Presa la banda foggiana che assaltava i bancomat: tre colpi in 20 giorni, quattro arresti

  • Incidente stradale sulla Statale 89: auto perde il controllo e finisce contro un muro, a bordo tre persone

  • Assalto armato a un portavalori: paura e fuga, ritrovata la Jeep dei banditi e una targa clonata intestata a un'auto del Foggiano

Torna su
FoggiaToday è in caricamento