Colto da malore, imputato sviene in aula durante processo ai Notarangelo

E' accaduto questa mattina nel corso del processo a carico del clan Notarangelo. L'imputato soffre di problemi cardiaci

Aula di Tribunale

Come riportato dall'Ansa, nel corso della prima udienza del processo a carico dei Notarangelo, uno degli imputati, Luigi, ha avuto un malore a causa di gravi problemi di salute di cui soffre da tempo ed è svenuto. L'uomo è accusato di concorso in tentativo di estorsione aggravata dal metodo mafioso. Il cugino del presunto boss del clan accusato di estorsioni a commercianti garganici, è stato condotto agli Ospedali Riuniti su decisione del presidente della seconda sezione penale, Carlo Protano, e parere favorevole del pubblico ministero Giuseppe Gatti.

TANO GRASSO SULLA MAFIA A FOGGIA

L'imputato soffre di problemi cardiaci e il suo avvocato, Michele Arena, tempo fa aveva sostenuto la incompatibilità delle condizioni di salute del suo assistito con il regime carcerario. Il legale è ancora in attesa del completamento della perizia chiesta per il suo assistito. Oggi in aula era presente anche il sottosegretario all'Interno, Carlo De Sefano, che ha chiesto aiuto alla stampa e ha affermato che "Il ministro ha voluto che presenziassimo direttamente per dare un segnale di grande vicinanza e per incoraggiare tutti gli operatori commerciali ad essere sempre collaborativi, perché alla fine lo Stato è sempre presente".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Statale 16: tir si ribalta a pochi chilometri da Foggia, un morto e un ferito

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Si torna a ballare in Puglia: verso la riapertura di club e discoteche all'aperto

  • Covid: nove dei 10 contagi sono del focolaio di Torremaggiore. Tre ricoverati e 83 persone in quarantena

  • Il gruppo Amadori vende azienda del Foggiano per 30 milioni. I nuovi proprietari sono le 'Fattorie Garofalo' di Capua

  • Locale sovraffollato, multa e 5 giorni di chiusura dopo 70 giorni di stop forzato. Titolari si scusano: "Situazione ingestibile"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento