La battaglia di Gianpiero prosegue: il militare è stato dimesso dall'ospedale

Dovrà restare ancora qualche settimana a New York per sottoporsi a controlli e proseguire le terapie, mentre i medici valuteranno le cure successive da eseguire anche in base all'eventuale crescita del tumore

Volto sofferente ma che non perde il sorriso. E quel pollice in su che ha il sapore della speranza. "Finalmente fuori" le parole di Barbara Rado, moglie di Gianpiero Saglimbene, il militare di origine sanseverese affetto da una rara forma di sarcoma e volato negli Stati Uniti per riuscire a sconfiggere la malattia. 

Sottoposto a due delicati interventi eseguiti dall'equipe del dott. Tomoaki, Gianpiero è stato finalmente dimesso. Dovrà restare ancora qualche settimana a New York per sottoporsi a controlli e proseguire le terapie, mentre i medici valuteranno le cure successive da eseguire anche in base all'eventuale crescita del tumore. 

Intanto Barbara è tornata in Italia (ad assistere Gianpiero ci sarà sua sorella) per rivedere i due figli, che non vedono l'ora di riabbracciare anche papà Gianpiero. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultima ora: primo caso di Coronavirus in Puglia

  • Terribile incidente nel Foggiano: morto 42enne. Dopo il violento impatto, l'auto si è ribaltata ed è finita fuori strada

  • Tampone su un paziente, si attendono i risultati: quarantena provvisoria per i sanitari entrati in contatto col soggetto

  • In Puglia 5 casi con sintomi sovrapponibili a quelli del Coronavirus: chi rientra a casa dalle zone rosse deve comunicarlo

  • Coronavirus: altri due casi in Puglia, sono la moglie e il fratello del 'Paziente 1' della provincia di Taranto

  • Scacco matto alla pericolosa 'Banda del Buco', otto arresti tra Foggia e San Severo: i nomi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento