homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Vieste, ruba oggetti a turista e va a bere un drink al bar: arrestata

Una donna di San Giovanni Rotondo è stata intercettata, arrestata e condannata a quattro mesi di carcere e 250 euro di multa. Aveva rubato macchina fotografica e cellulare a una turista

Carabinieri di Vieste

D.C., donna 33enne originaria di San Giovanni Rotondo, è stata arrestata in pieno centro a Vieste per aver sottratto ad una turista una macchina fotografica digitale e un telefono cellulare I Phone per un valore complessivo di circa 1500 euro.

La vittima del furto aveva appoggiato gli oggetti su un tavolo di un bar mentre stava sorseggiando una bevanda fresca. Dopo pochi secondi si è accorta che qualcuno aveva rubato le sue cose.

Allertati immediatamente mentre transitavano da quelle parti, i carabinieri hanno avviato le ricerche non prima però di aver verificato le immagini registrate dall’impianto di videosorveglianza, dalle quali si intravedeva il corpo di una donna.

L’autrice del furto è stata sorpresa mentre beveva tranquillamente un drink seduta anch'essa al tavolo di un bar e come se non fosse accaduto nulla. Trasferita in caserma, i militari hanno rinvenuto macchina fotografica e telefono cellulare nella sua borsa.

La donna veniva tratta in arresto per furto aggravato in flagranza del reato e su disposizione dell’A.G. sottoposta alla misura degli arresti domiciliari a S. Giovanni Rotondo, presso la sua abitazione, in attesa di comparire davanti al Giudice del Tribunale di Foggia, in attesa del processo con rito direttissimo.

Durante l’udienza le è stato convalidato l'arresto alla pena di mesi 4 di reclusione  e ad una multa di euro 250 circa, con contestuale condanna della giovane donna che ammetteva ogni responsabilità,  Il brillante risultato, raggiunto grazie alla presenza del “Carabiniere in servizio di Prossimità”, nonché alla preziosa collaborazione dei cittadini, consentiva di scoprire uno dei reati predatori, nella circostanza un furto con destrezza, più difficile da perseguire.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Carama
    Carama

    Io invece avrei tagliato in piazza a vieste una mano ...così questa %censored%accia avrebbe certamente ricordato di non farlo piu'...altro che 250 euro di multa e i 4 mesi che non scontera' mai...

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ghetto di Rignano e caporalato: vertice in Prefettura con il Questore e forze dell'Ordine

  • Cronaca

    Dai complimenti alle minacce. Arrestato 65enne foggiano per stalking

  • Cronaca

    Dal quartiere ‘Ferrovia’ alla villa comunale, dalle periferie alle borgate: in arrivo 81 videocamere

  • Politica

    Incendi, risse, degrado e schiavitù. Emiliano insiste: "Il ghetto va chiuso", ma mancano i fondi

I più letti della settimana

  • Incidente stradale sul Gargano: violento frontale tra Peschici e Vieste

  • Attimi di panico sulla SS16: in auto con la famiglia viene speronato da banda di rapinatori

  • Auto contro un albero, incidente tra Lucera e Biccari: ferita donna

  • Shock in via Onorato: quindicenne aggredito e rapinato alla fermata dell'autobus

  • Incidente stradale sulla Lucera-Troia, auto contro camion: due feriti, uno grave

  • Rubano auto al mare, proprietari chiamano i carabinieri: ladri inseguiti e arrestati

Torna su
FoggiaToday è in caricamento