Telecamere incastrano ladri di ostie: sono due ragazzini di 14 e 12 anni ma già noti alle forze dell'ordine

Monte Sant'Angelo. Prima di forzare il tabernacolo della Cappella dell'Ospedale civile, i due avevano tentato, invano, di ripulire le casse del CUP

Immagine di repertorio

Chiarito dai carabinieri l'ambito del furto sacrilego delle ostie consacrate commesso martedì nella sacrestia della cappella dell'ospedale civile di Monte Sant’Angelo. 

Nel tardo pomeriggio di ieri, un  sacerdote ha denunciato al locale Comando dell'Arma che ignoti nella serata precedente si erano introdotti nella cappella dell’ospedale di Monte Sant’ Angelo e, dopo aver forzato il tabernacolo, si erano impossessati di due teche contenenti le ostie consacrate.

Le immediate indagini condotte dai carabinieri della locale Stazione, anche attraverso la visione delle immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza, hanno permesso di identificare gli autori del fatto in due minorenni, uno del 2004, purtroppo ormai noto alle Forze dell’Ordine per aver già commesso, nonostante la giovanissima età, diversi reati contro il patrimonio, ed uno addirittura del 2006, anche questo già conosciuto ai militari nonostante per Legge sia ancora da considerarsi non imputabile, ma sul cui conto non erano ancora state formalizzate segnalazioni all'Autorità Giudiziaria competente.

Gli accertamenti condotti hanno anche permesso di accertare che, sempre all’interno dell’ospedale, i due minori prima di impossessarsi delle ostie consacrate avevano inutilmente tentato di rubare il denaro contenuto nella cassa del C.U.P..

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il risultato delle indagini scongiura quindi più preoccupanti scenari. I minori sono stati segnalati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Bari e ai locali servizi sociali per i provvedimenti di competenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte l'estate "strana" della Puglia: spiagge aperte da lunedì 25 maggio. Dal 1 luglio obbligo di apertura degli stabilimenti

  • Un regalo di nozze agli sposi dalla Regione Puglia: "Se non rimandate il matrimonio all'anno prossimo"

  • Tragedia a Manfredonia: auto in mare, morta donna

  • Straordinario traguardo in Puglia: dal tampone di paziente foggiano isolato e sequenziato genoma di due virus Sars Cov 2

  • Tragico incidente stradale sulla 'Adriatica': morto operaio foggiano, il terribile schianto contro un albero

  • Paura in un negozio di abbigliamento: titolare reagisce ai banditi armati, ferito alla testa nella colluttazione

Torna su
FoggiaToday è in caricamento