Autolavaggi e parcheggiatori abusivi nella 'rete' dei carabinieri: pioggia di multe e denunce

Multe tra i 1.000 e i 3.000 euro per 4 posteggiatori bloccati e identificati in via Miranda, Piazza Martiri Triestini, Borgo Croci e via Gioberti;  per 2 di loro è scattata la denuncia perché recidivi. Blitz negli autolavaggi

Immagine di repertorio

Prosegue l’azione dei Carabinieri di Foggia quotidianamente impegnati nella capillare attività di controllo del territorio tesa a garantire sicurezza e rispetto della legalità.

Questa volta a finire nella rete degli uomini dell’Arma sono stati alcuni parcheggiatori abusivi di Foggia, già noti alle Forze dell’Ordine, che effettuavano l’illecita attività nel pieno centro della città nonché le attività di autolavaggio. Nello specifico, i Carabinieri durante un mirato servizio per contrastare tale fenomeno, hanno tenuto sotto osservazione sia le zone maggiormente trafficate che quelle nelle vicinanze di locali e uffici pubblici.

Militari in borghese e in divisa hanno effettuato degli appostamenti, osservando sempre la stessa scena: l’automobilista parcheggia la sua auto e il “professionista della sosta” si avvicina e chiede “l’offerta” in cambio di un “parcheggio sicuro”.  Bloccati e identificati 4 parcheggiatori abusivi in via Miranda, Piazza Martiri Triestini, Borgo Croci e via Gioberti;  nei loro confronti sono state elevate sanzioni tra i 1.000 e i 3.000 euro e per 2 di loro è scattata la denuncia perché recidivi.

Controlli anche alle attività di autolavaggio; lavoratori privi di regolare assunzione e omissioni in materia di sicurezza sul lavoro, è questo lo scenario emerso dalle verifiche effettuate dai Carabinieri di Foggia che hanno operato in piena sinergia con i militari specializzati del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro.

Nel corso dell’ispezione eseguita presso due autolavaggi infatti, sono state riscontrate irregolarità sotto il profilo della formazione e della sottoposizione a sorveglianza sanitaria dei lavoratori, del documento di valutazione del rischio e della presenza di telecamere che riprendevano il luogo di lavoro e gli stessi lavoratori.

Alla luce di quanto accertato, per un imprenditore è scattato il deferimento in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Foggia per aver impiegato lavoratori privi di regolare assunzione e per entrambi è stata avanza proposta di chiusura delle attività. Sono state elevate sanzioni amministrative per un importo complessivo di circa 12.000 euro, adottato provvedimenti di sospensione delle attività imprenditoriale, imposta la rimozione delle telecamere.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Taglio e piega a domicilio, nonostante il Coronavirus: sorpresa e denunciata parrucchiera abusiva

  • Giornata drammatica, bollettino choc per la provincia di Foggia: nove morti e 52 casi positivi

  • Coronavirus, giovane foggiano trasferito d'urgenza a Bari: in gravi condizioni si è reso necessario l'impiego di Ecmo

  • "Venite c'è un'autovettura rubata". Polizia si precipita in via Lucera: non era rubata ma dentro c'era della cocaina

  • Coronavirus: se un defunto muore in casa nessuna vestizione (indipendentemente dalla causa del decesso)

Torna su
FoggiaToday è in caricamento