Ai domiciliari per droga e resistenza a pubblico ufficiale, ma gli agenti lo beccano in stazione: arrestato

Un cittadino rumeno con precedenti penali è stato arrestato dalla polizia. L’uomo era stato arrestato a Roma lo scorso 19 gennaio per detenzione di droga e resistenza a pubblico ufficiale, ed era ai domiciliari

Immagine di repertorio

Nell’ambito di una pianificata attività di prevenzione e contrasto a fenomeni illegali in ambito ferroviario, disposta dal Dirigente del Compartimento della Polizia Ferroviaria per la Puglia, Basilicata e Molise, dott. Luigi Liguori, la scorsa notte personale della polizia ferroviaria di Foggia, ha proceduto al controllo di alcuni cittadini stranieri presenti nello scalo ferroviario di Foggia.

Tra questi, è stato sottoposto a controllo S.C.I., cittadino rumeno di 33 anni, con precedenti penali: l’uomo, dall’interrogazione della banca dati delle forze di polizia, risultava essere stato arrestato lo scorso 19 gennaio a Roma, per detenzione di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale, oltre ad essere attualmente sottoposto alla misura restrittiva degli arresti domiciliari.

       

Per questo, a conclusione degli accertamenti di rito, l’uomo è stato tratto in arresto per il reato di evasione e condotto presso il carcere di Foggia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Si ma subito dopo aver scontato la pena detentiva in carcere, rispedirlo subito nel suo paese d'origine.

  • Ma quanto ci vuole a capire che con pene così “umane” i delinquenti non rispetteranno mai le leggi

Notizie di oggi

  • Economia

    Natale senza lavoro, dramma non ha soluzione. Russo (Sanitaservice) alza le mani: "Obbligati a fare i concorsi"

  • Cronaca

    "Terremoto" giudiziario a Carpino: blitz dei carabinieri all'alba, dipendenti comunali arrestati per assenteismo

  • Cronaca

    Un aiuto per Francesca, la bambina affetta da un tumore al rene sinistro: "Vi prego, abbiamo bisogno di voi"

  • Cronaca

    Pesante condanna: sei anni al 30enne foggiano della banda del bancomat, incastrato da una traccia di sangue

I più letti della settimana

  • Omicidio sulla Statale 16: ucciso uomo che trasportava finocchi, forse un tentativo di rapina finito male

  • Tifoso della Cremonese in viaggio verso Foggia, muore colpito da un malore: tragedia nei pressi di San Severo

  • Automobilisti rapinati e sangue sulla Statale 16: è caccia ai delinquenti che seminano il terrore nel Cerignolano

  • Attimi di paura in un bar di via Nedo Nadi: rapinatore armato va via col malloppo sparando due colpi a salve

  • Muore prima di giungere allo stadio, Foggia omaggia Federico. La Cremonese: “Grazie di cuore”

  • Prima la bomba a base di dinamite, poi la pretesa di 50mila euro: arrestato "La tigre del Gargano"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento