Maxi-sequestro di abiti contraffatti, la Finanza dona tutto il 'bottino' alla Caritas: "Vicini alle famiglie bisognose"

Circa 350 capi - scarpe, maglie e giubbotti - sequestrati perché contraffatti, sono stati ripuliti di segni e marchi 'tarocchi' e donati alla Caritas di San Nicandro Garganico che provvederà a distribuirli a famiglie indigenti

La consegna della merce contraffatta

Prima il maxi-sequestro di capi d'abbigliamento contraffatti, poi la decisione di donare il 'bottino' alla Caritas di San Nicandro Garganico. E' il gesto siglato dai finanzieri del Comando Provinciale di Foggia: le fiamme gialle hanno donato alla Caritas 350 capi di abbigliamento confiscati perché contraffatti.

Si tratta di merce, tra scarpe, maglie e giubbotti sequestrati nel corso delle ultime operazioni di contrasto al commercio illegale di merce contraffatta, che la Tenenza della Guardia di Finanza di San Nicandro Garganico ha donato alla Caritas nell’ambito di iniziative di solidarietà per aiutare i più bisognosi. La consegna al centro Caritas è avvenuta alla presenza di Don Giancarlo Borrelli, assistente spirituale della Caritas, e del Comandante della Tenenza di San Nicandro Garganico.

A tutta la merce devoluta in beneficenza per l’utilizzo solidale a cura della Caritas, sono stati rimossi o cancellati, come prevede la legge, i segni distintivi contraffatti. Il mercato del falso, su scala nazionale e internazionale, costituisce uno dei principali canali di approvvigionamento delle organizzazioni criminali al cui contrasto sono orientati gli sforzi della Guardia di Finanza, con la finalità di disarticolare l’intera filiera distributiva delle merci contraffatte per risalire ai poli produttivi.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’iniziativa testimonia l’attenzione concreta del Corpo verso le famiglie bisognose e coloro che si trovano in condizioni di indigenza, ponendosi come Forza di Polizia economica e finanziaria a vocazione sociale, cioè costantemente impegnata nella protezione dei contribuenti e nella tutela delle imprese oneste, sempre dalla parte della società sana e delle fasce sociali in difficoltà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale sulla A14 nel Foggiano: morto intrappolato tra le fiamme il conducente di un camion

  • Il tuffo in mare, il malore e la morte: annega a Vieste Rossano Cochis, braccio destro di Vallanzasca detto 'Nanu'

  • Tragedia sfiorata in mare: madre e figlio rischiano di annegare, militare si lancia in acqua e li salva

  • Morsa da un rettile mentre è al lavoro nei campi. Corsa in ospedale per una giovane bracciante: "Era sopraffatta dal dolore"

  • Ultima ora: 12 arresti nell'operazione 'Turn-over'. Sgominato traffico di droga, metodi mafiosi e armi a Trinitapoli

  • Incidente sulla Statale 16, scontro frontale tra due auto: cinque feriti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento