Ex Distretto Militare, tolleranza zero verso gli occupanti: firmate le Ordinanze di sgombero

Provvedimento duro dell'Amministrazione che ha firmato le Ordinanze dirigenziali di sgombero nei confronti delle sette famiglie rientrate forzatamente nella notte tra il 30 e il 31 dicembre scorso

Nuovi sviluppi nella vicenda riguardante le famiglie occupanti abusivamente la struttura dell’ex Distretto Militare. Sono state infatti firmate le Ordinanze dirigenziali di sgombero nei confronti delle famiglie, censite dal Corpo di Polizia Municipale, rientrate forzatamente all’interno della struttura, dopo l’Ordinanza con cui la Seconda Sezione Penale – in funzione di Tribunale del Riesame – del Tribunale Ordinario di Foggia aveva disposto il dissequestro del bene, con la conseguente restituzione dell’immobile alla proprietà dell’Amministrazione comunale.

Lo scorso 9 gennaio 2017, all’esito della riunione del Coordinamento Provinciale delle Forze di Polizia tenutasi il 29 dicembre 2016, il sindaco di Foggia, con propria nota, ha fornito l’indicazione di predisporre tutti gli atti utili a liberare l’immobile. Difatti, nonostante l’azione del personale del Corpo di Polizia Municipale finalizzata allo sgombero della struttura, cui gli occupanti si sono opposti con atti di resistenza, l’ex Caserma Oddone risulta ancora occupata illegittimamente ed abusivamente.

L’ex Distretto non sarà più utilizzato per scopi abitativi

I provvedimenti adottati si pongono quindi in continuità ed in coerenza con tutte le decisioni assunte in precedenza sul piano amministrativo. A seguito del provvedimento di dissequestro, come si ricorderà, l’Amministrazione comunale aveva infatti escluso l’utilizzo dell’ex Caserma Oddone per scopi abitativi, nel rispetto della clausola di salvaguardia contenuta nell’atto attraverso cui il Demanio Militare, in data 5 giugno 2015, ha trasferito la proprietà della struttura al Comune di Foggia, confermando la volontà già espressa ed indicata dal Consiglio comunale. L’Assemblea municipale, infatti, con deliberazione numero 124 del 20 marzo 2015, approvata alla unanimità, decise di destinare la struttura a “finalità pubblico-istituzionale ad uso diretto dell’Ente quali sedi istituzionali e di rappresentanza, uffici ecc.”. Destinazione, peraltro, indicata esplicitamente nell’atto di trasferimento della proprietà del bene dal Demanio Militare al Comune di Foggia.

LEGGI ANCHE: Famiglie a scrocco del Comune nei locali di via Fuiani

Si tratta dunque di Ordinanze doverose e vincolate, dovendo l’Amministrazione comunale tutelare il corretto utilizzo del proprio patrimonio (la struttura è inserita in un programma virtuoso di valorizzazione e razionalizzazione dei beni di proprietà destinati ad uffici pubblici comunali) senza incorrere in ipotesi di danno erariale ed in coerenza con quanto indicato dall’azione di monitoraggio svolta dalla Corte dei Conti di Bari sul piano “Salva Enti” - al quale, com’è noto, il Comune di Foggia ha aderito - tendente alla diminuzione complessiva dei costi per utenze e consumi.

SCOPERCHIATA LA BASE LOGISTICA DELLA MALAVITA: NOMI ARRESTATI

OCCUPATO ABUSIVAMENTE DA 15 ANNI, UTENZE LE PAGAVA IL COMUNE

LA PROCURA: "IL CASO PIU' ECLATANTE DI OCCUPAZIONE ABUSIVA"

BLITZ IN VIA FUIANI: IL COMMENTO DEL SINDACO DI FOGGIA

SGOMBERATI LOCALI PRESSO L'EX DISTRETTO MILITARE: IL VIDEO

PROTESTANO LE FAMIGLIE CHE OCCUPAVANO LA STRUTTURA

DISSEQUESTRATO L'EX DISTRETTO MILITARE DI VIA FUIANI

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

DISSEQUESTRO: LA PROCURA ATTENDE LE MOTIVAZIONI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Foggia: trovato cadavere in un'auto

  • Coronavirus: le persone con il gruppo sanguigno A sviluppano sintomatologie più gravi, gruppo 0 è più protetto

  • Omicidio a Cerignola: uccisa donna di 41 anni in via Fabriano, il marito il principale indiziato del delitto

  • "Il botto è stato tremendo". Carabinieri evitano il linciaggio di due giovani, nel tamponamento ferito un bambino

  • Violenza sessuale su ragazza di 20 anni. Il racconto tra le lacrime: "Mi teneva così stretta che non riuscivo a liberarmi"

  • A Vieste l'alloggio è gratis: appartamento fronte mare in cambio di 5 ore al giorno con i cani dell'oasi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento