L'esercito interviene al Cara di Borgo Mezzanone: varchi chiusi e recinzione rafforzata

L'intervento ha riguardato il rafforzamento della perimetrazione e la chiusura di alcuni varchi creatisi lungo la recinzione, che incidevano sulla sicurezza del personale del centro e degli organi deputati alla sorveglianza del sito

Lavori in corso

A seguito di una richiesta della Prefettura di Foggia, personale dell’Esercito appartenente all’undicesimo reggimento genio guastatori, unità alle dipendenze della Brigata Pinerolo, è intervenuto nella struttura del Centro di Accoglienza Richiedenti Asilo di Borgo Mezzanone.

L’intervento, autorizzato dal Comando Forze Operative Sud di Napoli, ha riguardato in modo particolare il rafforzamento della perimetrazione e la chiusura di alcuni varchi creatisi lungo la recinzione che incidevano sulla sicurezza del personale ospite del centro e degli organi deputati alla sorveglianza del sito.

"Il personale dell’Esercito - viene spiegato in una nota stampa - grazie alle esperienze maturate nei teatri operativi ed alla elevata connotazione "dual-use", opera in favore della comunità nazionale in caso di pubbliche utilità rivelandosi in ogni circostanza una risorsa per il Paese". (GUARDA LA GALLERY)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultima ora: primo caso di Coronavirus in Puglia

  • Terribile incidente nel Foggiano: morto 42enne. Dopo il violento impatto, l'auto si è ribaltata ed è finita fuori strada

  • Tampone su un paziente, si attendono i risultati: quarantena provvisoria per i sanitari entrati in contatto col soggetto

  • In Puglia 5 casi con sintomi sovrapponibili a quelli del Coronavirus: chi rientra a casa dalle zone rosse deve comunicarlo

  • Coronavirus: altri due casi in Puglia, sono la moglie e il fratello del 'Paziente 1' della provincia di Taranto

  • Scacco matto alla pericolosa 'Banda del Buco', otto arresti tra Foggia e San Severo: i nomi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento