Solleva grata e sistema hashish e pistola, poi scappa alla vista di una Volante

La volante della polizia è intervenuta al civico 41 di via Leone XIII. Indagini per risalire agli spacciatori del 3 kg di hashish ritrovati e per verificare se la pistola sia stata utilizzata in altre azioni criminali

La grata di via Leone XIII

Si è allontanato precipitosamente facendo perdere le proprie tracce, il soggetto che intorno alle 11 di ieri mattina stava sistemando della droga e delle armi in una botola di via Leone XIII all’altezza del civico 41. Suo malgrado in quel momento è intervenuta una volante della polizia, il cui personale, insospettito dai suoi movimenti, ha deciso di compiere un controllo più accurato all’interno dei locali interrati.

Sollevata la grata di aerazione adibita ad uscita antincendio, posta nei pressi di un portone, gli uomini in divisa hanno trovato, alla base di una scala in ferro e celato sotto alcuni cartoni, una busta di carta ed un pensile di colore bianco con lucchetto, contenenti oltre tre chili di hashish, una pistola con matricola abrasa calibro 6.35 pronta all’uso e con caricatore rifornito inserito, munizioni, bilancia elettronica ed oggetti usati per il taglio e il peso.

Un sopralluogo più accurato ha permesso ai poliziotti di accertare che ai locali del condominio si sarebbe potuto accedere sia dall’interno della palazzina, dove erano ubicati i box auto, e sia dalla parte esterna, utilizzando la stessa grata, lasciata aperta dall’interno.

Gli uomini dell’UPGSP del dirigente Pasquale Fratepietro, ritengono che quei locali fossero utilizzati come deposito momentaneo della sostanza stupefacente e come luogo dove la stessa veniva tagliata con altra sostanza, per poi essere smerciata in città.

Sono in corso accertamenti su rilevazioni tecnico-scientifiche ed investigativi al fine di pervenire agli spacciatori della droga del valore di circa 14mila euro. Ulteriori accertamenti sono in corso sull’arma rinvenuta, per verificare se sia stata utilizzata in altre azioni criminali.

Potrebbe interessarti

  • A spasso nel Gargano e quella torre che si affaccia sul mare cristallino tra i laghi di Lesina e Varano

  • Come allontanare api, vespe e calabroni: alcuni rimedi naturali

  • Gargano da amare: dai faraglioni di Mattinata al castello di Manfredonia, dalla Basilica di Siponto alla grotta di San Michele

  • Gli usi del bicarbonato di sodio che ancora non conosci

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Statale 16, terribile scontro tra Lesina e San Severo: un morto e un 24enne trasportato in ospedale

  • Voleva togliersi la vita, Roberta lo ha salvato e poi il blackout: così Francesco l'ha uccisa a mani nude

  • Ultim'ora | Vento forte, grandine e fulmini sul Gargano: il maltempo minaccia l'estate in Capitanata

  • San Severo sotto shock piange Roberta Perillo: "È in un altro mondo, dove esiste amore autentico"

  • Ultim'ora | Omicidio a San Severo, giallo in via Rodi: uccisa una donna

  • "Non l'ho uccisa perché voleva lasciarmi", ma Roberta non c'è più. La denuncia sui social: "Le amiche sapevano, nessuno l'ha ascoltata"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento