VIDEO | Orge e preti gay, a 'Pomeriggio 5' lo scandalo hot di Candela svelato da FoggiaToday

Le telecamere di canale 5 questo pomeriggio nel piccolo paese dei Monti Dauni per raccontare la brutta vicenda di Don Michele De Nittis

 

Lo scandalo di Candela svelato da FoggiaToday sbarca a Pomeriggio 5, il noto programma di Barbara D'Urso. Le telecamere di Canale 5 si sono recate oggi nel piccolo paese dei Monti Dauni per raccontare la brutta vicenda che ha coinvolto Don Michele De Nittis, ex parroco ormai allontanato da Candela per essere accusato di aver fatto parte di un giro di orge gay che coinvolgevano prety ed escort. 

Le prime accuse a Don Michele arrivarono a luglio, quando il giovane parroco comparve in foto e chat erotiche che fecero il giro del piccolo paese foggiano. Successivamente fu Francesco Mangiacapra ad occuparsi del parroco, rendendo in Curia una testimonianza su elementi di sua conoscenza che sarebbero andati a compromettere ulteriormente la posizione di Don Michele. 

Di recente un supertestimone, in un processo canonico ad un altro prete in quel di Lagonegro, Basilicata, avrebbe confermate come le orge itineranti tra preti ed escort si fossero consumate anche nella canonica di Candela.

Investito dallo scandalo, Don Michele è stato nel giro di breve tempo allontanato dalla comunità candelese. Oggi al suo posto c'è Don Michele Centola, già noto per esser stato "restauratore di situazioni difficili". 

In diretta su canale 5 anche Giuseppe Capano, ex seminarista, che con Don Michele aveva sempre avuto un rapporto conflittuale (già raccontato su queste colonne).

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Cronaca

    Ecco le immagini video della rapina al GrandApulia

  • Cronaca

    Rapina al GrandApulia: le immagini dal centro commerciale dopo il colpo da film al Sarni Oro

  • Cronaca

    VIDEO RAPINA - Ecco i banditi come ripuliscono il Sarni Oro del GrandApulia

  • Cronaca

    VIDEO | 30 arresti a Foggia, il blitz e le inquietanti intercettazioni: "500 euro al mese o chiude" e "...lo devi uccidere"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento