"Morte don Fausto è grave perdita per l'intera città"

Il ricordo di don Fausto Parisi dei volontari della Fondazione Buon Samaritano, di cui il sacerdote fu presidente per due mandati

Don Fausto Parisi


La notizia della morte di don Fausto Parisi ci ha colti impreparati ed ha lasciato un vuoto incolmabile nella Fondazione Buon Samaritano, dove ha ricoperto la carica di presidente dal 1996 al 2005, per due mandati. È sempre stato molto presente ed attivo e con lui la Fondazione, dopo l’avvio di don Filippo Carella, ha cominciato a muovere i suoi primi passi nelle parrocchie e nella società. Tanti attuali volontari, allora giovanissimi professionisti, devono a lui il loro impegno in Fondazione. Lascia un’autentica testimonianza di carità cristiana, a cui attingiamo ogni giorno nel nostro “volontariato motivato”. La sua scomparsa è una grave perdita per l’intera città.
Don Fausto aveva un carattere indomito, il suo orgoglio a volte cedeva, ma non si spezzava, mai è stato disponibile al compromesso, ma sempre proiettato all’accertamento della verità ad ogni costo. Il suo esempio è un insegnamento di vita per tutti i volontari della Fondazione Buon Samaritano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Corsa contro il tempo per Domenico, il 37enne e padre di due bambini colpito da una rara malattia: "Aiutateci a salvarlo"

  • Presa la banda foggiana che assaltava i bancomat: tre colpi in 20 giorni, quattro arresti

  • Ultim'ora | Operazione 'Nettuno', 4 arresti nella Capitaneria di Porto di Manfredonia

  • 400 ulivi tagliati 'con le mani', amaro risveglio nei campi di Stornarella. La vittima: "Buon miserabile Natale anche a voi!"

  • Da cinque anni alimentava casa e ristorante con l'elettricità rubata all'Enel: furto da 85mila euro

  • Checco Zalone ospite da Fiorello, cita Foggia e divide: "Delinquenza e povertà, ma almeno c'è il bidet"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento